Nuova tendenza: tatuaggi in bocca

percing-tatuaggi-e-caffè1All’interno delle labbra o sulla lingua, i più coraggiosi se li fanno disegnare con inchiostro indelebile. Si tratta di una nuova tendenza: il tatuaggio in bocca.

Il metodo del tatuaggio è lo stesso come al solito, ma viene effettuata un’anestesia prima dell’utilizzo dell’ago. Infatti, è più doloroso di ogni altro tipi di tatuaggio.

I tatuaggi inseriti nella cavità orale sono solitamente piccoli, semplicemente perché non c’è il posto necessario per farli grandi.

A differenza di quelli che sono fatti sulla pelle, questi tatuaggi non durano tutta la vita. Essi hanno una durata massima di cinque anni. Perché la saliva, in alcuni casi li riesce a dissolvere entro un mese o due.

Ancora una volta, siamo costretti a registrare queste strane ma anche pericolose mode, perché rileva Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, più volte siamo intervenuti sulla pericolosità dei tatuaggi sulla pelle, per i quali autorità sanitarie di altri paesi sono intervenute nel recente passato a proibire l’utilizzo di determinate pigmentazioni perché contenevano sostanze tossiche ed addirittura cancerogene.

Possiamo, quindi, solo immaginare che conseguenze devastanti per la propria salute possano derivare a chi, osa tanto e se li fa fare in bocca e invitare coloro che hanno intenzione di “provare” a lasciar perdere.

“A healthy eye with full visual capacities is of no use in a dead body,” he said.Lecce, 4 febbraio 2014                                                                                                                                                                                            

Giovanni D’AGATA

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.