Alternanza Scuola Lavoro…binomio perfetto

 

Il progetto Alternanza Scuola Lavoro è uno strumento attraverso il quale si avvicina il mondo della scuola a quello del lavoro, facendo fare agli studenti delle esperienze “on the job” di qualche settimana, solitamente a cavallo tra giugno e luglio, in aziende private, enti e associazioni no profit.

Una rivoluzione culturale che si ispira a “best practice” già praticate da decenni all’estero, a cominciare dai Paesi che hanno risolto il problema della disoccupazione giovanile, come per esempio la Germania e la Svizzera.

Ed è così che a Villa Literno si fonda un binomio perfetto. Due giovani studentesse-pasticcere dell’Istituto Secondario di Istruzione Superiore ad indirizzo Alberghiero di Castel Volturno (CE), hanno incontrato per la loro esperienza sul campo 2015/2016, CELIENTO Filomena, da tutti conosciuta come “Mena”, donna seria ed onesta, partita da zero per arrivare oggi a gestire un’attività commerciale nel settore della Pasticceria Artigianale e Caffetteria, dei dipendenti e la famiglia.

Lei è la titolare del locale denominato“Il Gran Caffè Classico”, una delle prime imprenditrice della zona ad aver usufruito, nel lontano 2003, delle agevolazioni previste dalla legge per l’imprenditoria femminile. E questa risulta essere una peculiarità per questa attività, infatti la squadra di lavoro è al 98% femminile e solo al 2% maschile che si compone del Pasticcere e del Barman

Negli ultimi anni, sempre con una squadra tutta al femminile, è iniziato anche il percorso di catering.

Alla domanda del perché il personale sia tutto al femminile, Mena ha giustamente affermato che la legge per l’imprenditoria femminile prevedeva per un anno l’assunzione di almeno sette donne,  l’esperienza ha funzionato, la scommessa è stata vinta perché lei stessa ha creduto in questa svolta, perché gestire tutte donne è più facile, c’è più comprensione e più rispetto.

Il sogno nel cassetto di Mena è rinnovare la Pasticceria Caffetteria facendola più grande e riuscire ad aprire altri punti vendita.

di Antonino Calopresti

calopresti.antonino@libero.it