Noi contro l’Ebola: prima che sia troppo tardi

Cari avaaziani,


Aiutaci a fornire l’equipaggiamento necessario a chi è eroicamente in prima linea contro l’Ebola, clicca qui sotto:

2€    4€    8€    16€    32€

Prometti una cifra diversa

Nelle ultime due settimane, migliaia di persone della nostra comunità si sono offerte volontarie per andare in Africa Occidentale e aiutare a contrastare il diffondersi dell’Ebola. È una scelta di incredibile eroismo che testimonia quanto ci sentiamo interdipendenti e membri di un’unica comunità globale.

Ma non tutti abbiamo la possibilità di partire o le qualifiche richieste, perciò abbiamo chiesto a una delle principali organizzazioni umanitarie in azione sul campo cosa possiamo fare di più, tutti e 39 milioni, per aiutare i medici e gli infermieri sul campo a salvare vite e limitare il contagio. La risposta è stata così semplice, concreta e tragica che non sono riuscita a trattenere le lacrime: serve niente di più che materiale sanitario di base, guanti, sapone o cloro; servono kit per la protezione personale (PPE) e ambulanze; e servono letti e attrezzature per i centri di cura dell’Ebola.

Queste sono cose basilari, ed è quasi criminale che la comunità internazionale non sia riuscita a procurarne a sufficienza. Noi però possiamo fare la nostra parte! Un kit PPE costa 220€, e visto che alcune parti si devono buttare dopo l’uso, ne possono servire anche più di 15mila al mese! Con 40mila€ si può comprare, trasportare e attrezzare un’ambulanza.

Basterebbe che 50mila di noi donassero ora 16€ a testa: potremmo prendere 10 ambulanze e 2mila tute protettive. E le organizzazioni umanitarie potrebbero così riuscire a consegnare il tutto in tempo per dare a dottori e infermieri locali e internazionali, e agli incredibili volontari di Avaaz, la possibilità di mettere l’Ebola sotto controllo prima che sia troppo tardi per fermare l’epidemia.

Clicca qui sotto per fare una promessa di donazione per fermare l’Ebola. Queste promesse di donazione non saranno raccolte fino a ché sarà raggiunto il minimo necessario a fare la differenza:

I sistemi sanitari di interi paesi sono al collasso per lo sforzo che stanno sostenendo. Medici e infermieri locali sono morti cercando di curare i malati senza avere il giusto equipaggiamento. E finora la risposta internazionale è stata inadeguata: solo alcuni tra i Paesi più ricchi hanno promesso dei medici, e comunque meno dei membri di Avaaz che si sono offerti volontari. Al momento l’ONU si aspetta 10mila nuovi casi alla settimana, e se niente cambia ci saranno solo 4.300 letti per assisterli!

I governi si stanno lentamente attivando, grazie alla grande visibilità della crisi, ma sono quasi tutti troppo lenti. La verità, terribile, è che secondo l’ONU abbiamo solo poche settimane per contenere il virus, o milioni di persone potrebbero essere in pericolo. Ecco perché impegnarsi a donare subito è così importante: se tutti contribuiamo al più presto, Avaaz può inviare i fondi raccolti alle organizzazioni impegnate sul campo entro poche ore dal raggiungimento dell’obiettivo previsto.

Ecco cosa potremmo contribuire ad acquistare:

  • 2€ possono comprare del sapone per prevenire l’infezione.
  • 23€ possono formare un insegnante sulla prevenzione dal virus, così che i bambini imparino a rimanere al sicuro dalla malattia.
  • 220€ possono fornire un intero kit di protezione personale (PPE) che permetterebbe a chi lavora in prima linea di prendersi cura in modo più sicuro dei pazienti con l’Ebola.
  • 40mila€ possono comprare, trasportare e equipaggiare un’ambulanza.
  • 95mila€ possono fornire attrezzature e forniture necessarie ad aprire un centro di cura da 50 letti.

Avaaz è al lavoro con molte organizzazioni umanitarie ed è in contatto con i governi di Sierra Leone e Liberia. Insieme, possiamo aiutare chi sta in prima linea a combattere contro l’Ebola. Fai la tua parte cliccando qui sotto. Le nostre promesse di donazione verranno raccolte solo se e quando raggiungere il minimo per fare davvero la differenza:

SÌ, PROMETTO 2€

SÌ, PROMETTO 4€

SÌ, PROMETTO 8€

SÌ, PROMETTO 16€

SÌ, PROMETTO 32€

Per promettere una cifra diversa, clicca qui.

È incredibile ma la nostra risposta a questo pericolo mortale non solo può salvare delle vite, ma può anche aiutarci a capire cosa siamo e qual’è il nostro ruolo: una comunità globale, che crede nei legami che ci rendono una sola famiglia, e agisce come tale. Gli eroi che si sono offerti volontari tramite Avaaz dimostrano che vale la pena mettere a rischio ogni cosa per salvare ogni singola vita. Vogliamo sostenere questa incredibile umanità, farlo da tutto il mondo, per quanto ognuno di noi può dare, prima che questo spiraglio di speranza si chiuda.

Con riconoscenza per tutto quanto abbiamo costruito insieme,

Alice, Mia, Ricken, Emma, Patricia, Ari, Emily e tutto il team di Avaaz

MAGGIORI INFORMAZIONI:

Ebola, 1 milione e 400mila contagiati entro gennaio 2015 (CronoPolitica)
http://www.cronopolitica.it/2014/09/23/ebola-1-milione-e-400mila-contagiati-entro-gennaio-2015/

“Ebola, 10.000 nuovi casi a settimana entro dicembre. Tasso mortalità salito al 70%”. L’allarme dell’Oms (Huffington Post)
http://www.huffingtonpost.it/2014/10/14/ebola-10000-nuovi-casi-a-settimana-entro-dicembre_n_5982840.html

Ebola, MSF: “Le promesse non sono state mantenute, gli Stati si coinvolgano di più” (La Repubblica)
http://www.repubblica.it/solidarieta/emergenza/2014/09/26/news/medici_senza_frontiere-96695209/

Casi noti e epidemie del virus Ebola, in ordine cronologico (Centers for Disease Control and Prevention – IN INGLESE)
http://www.cdc.gov/vhf/ebola/outbreaks/history/chronology.html

Ebola: scopritore virus, epidemia corre piu’ veloce della risposta (AGI)
http://www.agi.it/research-e-sviluppo/notizie/ebola_scopritore_virus_epidemia_corre_piu_veloce_della_risposta-201410171739-eco-rt10166

Ebola, Oms: Tasso mortalità salito al 70% (La Presse)
http://www.lapresse.it/mondo/africa/ebola-oms-tasso-mortalita-salito-al-70-1.594648

Ebola, Oms: “Oltre 2.500 morti. Epidemia senza precedenti” (La Repubblica)
http://www.repubblica.it/salute/2014/09/16/news/ebola_oms_oltre_2_500_morti_epidemia_senza_precedenti-95884775/



Avaaz.org è un movimento globale con oltre 39 milioni di membri,
che promuove campagne far valere la voce dei cittadini nelle stanze della politica di tutto il mondo (Avaaz significa “voce” in molte lingue). I membri di Avaaz vivono in ogni nazione del mondo; il nostro team è sparso in 18 paesi distribuiti in 6 continenti e opera in 17 lingue. Clicca qui per conoscere le nostre campagne più importanti, oppure seguici su Facebook o Twitter.

Ricevi quest’e-mail perché hai firmato “Sito delle Petizioni della Comunità” il 2014-01-30 usando l’indirizzo email PERFECTINTERNET12@GMAIL.COM.
Per essere sicuro che i messaggi di Avaaz raggiungano la tua casella di posta, ti preghiamo di aggiungere avaaz@avaaz.org alla tua lista di contatti. Per cambiare il tuo indirizzo e-mail, ricevere le e-mail in un’altra lingua o altre informazioni contattaci utilizzando questo modulo. Per non ricevere più le nostre e-mail, invia un’e-mail a unsubscribe@avaaz.org oppure clicca qui.

Per contattare Avaaz non rispondere a questa e-mail, ma scrivici utilizzando il nostro modulo www.avaaz.org/it/contact, oppure telefonaci al 1-888-922-8229 (USA).

Fai clic qui per rispondere o inoltrare il messaggio