Newroz Festival gratis per migranti SPRAR. Aprono i 99 Posse, Ciccio Merolla e James Senese

Si aprirà venerdì 23 giugno il Newroz Festival che si terrà fino al 25 giugno all’area 17 della Mostra d’Oltremare (ingresso di fronte allo zoo). Gli organizzatori, Mezzocannone Occupato e Laboratorio Insurgencia  con il direttore artistico Massimo Jovine e alcuni degli artisti protagonisti del Festival come James Senese e Ciccio Merolla,  hanno presentato alla stampa il cartellone degli eventi e dei concerti.

Il Festival sarà caratterizzato anche da due importanti iniziative prese dagli organizzatori: i treni della Cumana saranno attivi fino all’orario di conclusione dei concerti (l’ultimo treno sarà alle 00:30) e resteranno aperte 4 stazioni tra cui quella di Montesanto e quella di Edenlandia. Inoltre, gli organizzatori stanno facendo un acquisto in blocco dei biglietti della Circumvesuviana da dare in omaggio a tutti i possessori del biglietto del concerto e il titolo di viaggio per il treno del ritorno. L’organizzazione ha invitato tutti gli enti gestori degli SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) e dei centri di accoglienza per stranieri di Napoli e provincia ad accompagnare i rifugiati e i richiedenti asilo al Festival garantendo loro l’ingresso gratuito per tutte e tre le serate.

Il programma dei concerti vedrà l’apertura il venerdì con 99 Posse, Ciccio Merolla, James Senese e Napoli Centrale; sabato 24 giugno i Foja, anticipati da Vintinove e Trenta e La Pankina Krew; la chiusura in programma domenica 25 giugno è affidata a Gazzelle e Lo Stato Sociale. Tutti i concerti inizieranno intorno alle 21:30 e il costo dei biglietti è di 10 euro tranne per la serata di sabato 24 giugno dove l’ingresso costerà 6 euro; l’abbonamento a tutte e tre le serata del Festival costerà 20 euro.

Oltre ai concerti, il Festival sarà ricco di tanti eventi, inaugurati venerdì alle ore 19.00 con uno show-performance degli autori di Lercio.it. Il sabato, alle ore 18, ci sarà un focus sulla “Terra dei fuochi”: storie e numeri di una strage silenziosa, con la partecipazione di medici e attivisti tra cui lo scienziato Antonio Giordano che metterà in discussione i dati resi noti dal governatore Vincenzo De Luca sui tumori infantili nelle province di Napoli e Caserta. Infine, domenica alle 18.00, ci sarà la proiezione del documentario “Partigiani contro l’ISIS” sull’esperienza della resistenza kurda contro il califfato islamico e a seguire un dibattito con il regista Luigi D’Alif. In conferenza stampa Massimo  Jovine, James Senese e Ciccio Merolla hanno presentato in anteprima il nuovo video dei Terroni Uniti che sarà pubblicato nei prossimi giorni. Il brano, il cui titolo non è ancora stato svelato, è stato scritto per sostenere la battaglia dei Sioux per difendere la propria terra da un oleodotto voluto da Trump.