Nessuno è nato libero. Scelte tra Amore e libero arbitrio

 

La forza vera di un uomo è in una lacrima. Quella goccia di acqua salata, racchiude tutto l’amore del mondo.

Nessuno è nato libero, esordio letterario di Adriana Dell’Amico, è un libro che ha che fare con l’amore ed il libero arbitrio, con la libertà di amare e di vivere un amore.

Filo conduttore di questo libro è la ricerca dell’amore umano, anche attraverso l’amore divino ed il cammino intimo di un uomo, che è anche un prete, che esamina il suo percorso attraverso una domanda: che cos’è il libero arbitrio?

Dio ci ha concesso il dono inestimabile della libertà ma nel contempo ci ha condannati ad essere liberi e pertanto a dover scegliere ogni giorno, ogni momento.

Ogni scelta porta su percorsi diversi con conseguenze diverse; pertanto, mentre da un lato, l’uomo è incatenato ad una pseudo idea di libertà dall’altro lato l’uomo è propriamente libero. L’uomo con un libero pensiero è capace di generare libera morale ed è, pertanto, libero; libero di scegliere ma con la responsabilità della scelta.

Tematiche impegnative che quotidianamente affrontiamo, anche senza accorgercene.

Esiste un filo rosso che lega Don Nicola alla vita degli altri personaggi del libro, e che sono persone nella realtà, con delle problematiche diverse tra di loro. Problematiche attuali, come la moglie uccisa a coltellate dal marito, il ragazzino minorenne che non riesce a fare un percorso di liberazione dalla camorra, la donna che non riesce a ribellarsi al marito carnefice e rimane a casa soltanto spinta dall’amore per i figli, il boss del paese con tutta la sua schiera dei seguaci e tutta una serie di tematiche strettamente connesse alla nostra Campania. Poi c’è Rosario, il bambino abbandonato, adottato da una nuova famiglia; dunque, il sentimento dell’accettazione e quello della felicità. Poi c’è l’amore, quello tra uomo e donna, quello passionale e che ci spinge a trovare un cuore simile al nostro. E poi, tanto altro…

Ecco che, ad un certo punto del suo percorso interno ed esterno, Don Nicola comprende e racconta come può un uomo, che si perde nel dolore degli altri incapaci di amare, arrivare a dare la risposta al più grande degli interrogativi. Che cos’è l’amore?

Dovremmo ogni giorno dire ti voglio bene alle persone che circondano la nostra vita, e perchè no, anche a coloro che non conosciamo profondamente, perchè in questo modo apriremo la porta del loro cuore e probabilmente il mondo inizierà a impregnarsi di amore.

Siamo esseri complicati, quando poi basterebbe solo essere semplici, senza aver bisogno di schemi preconfezionati. È debolezza mostrare un sentimento? Per la maggior parte degli uomini sì. Ma io penso invece che si ha solo paura di mostrarsi completamente nudi. Perchè è quando cade la barriera tra il corpo e l’anima che l’uomo si sente debole, non comprendendo che in quel preciso punto si racchiude tutta la vera forza. Perchè la forza non sta nel mostrarsi imperturbabili, fieri e non scuotibili da nessuno evento.

La forza vera di un uomo è in una lacrima. Quella goccia di acqua salata, racchiude tutto l’amore del mondo. Quel piccolo movimento della mano dall’alto in basso sul volto di un amico è il più grande gesto eroico ed epico che mai si possa compiere, poichè è un atto di conforto all’anima altrui e di condivisione.

Annamaria La Penna

About Annamaria La Penna

Pedagogista, si occupa di educazione, formazione e ricerca universitaria prevalentemente nell'educazione degli adulti e del Life Long Learning. Assistente Sociale, mediatrice familiare e consulente tecnico esperto in servizio sociale forense, è impegnata nei servizi e nelle politiche sociali dal 2001. Ha collaborato con alcune testate, tra cui Viewpoint, magazine di promozione culturale umbro (dove nasce e si forma) fino a giungere nel 2016 nella grande famiglia di Informare, dove ricopre il ruolo di caporedattore e direttore organizzativo. Iscritta agli Ordini professionali degli Assistenti Sociali e dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Obiettivo personale e professionale: con passione e dedizione, continuare a migliorare in qualsiasi cosa faccia.