“NESSUN DORMA GUIDONIA ROCKFEST” 12-13-14 GIU ’15

logo_nessundormaLA CITTA’ DI GUIDONIA MONTECELIO

ASSESSORATO ALLA CULTURA

 

PRESENTA

 

NESSUN DORMA

GUIDONIA ROCK FEST

12-13-14 GIUGNO 2015

GUIDONIA MONTECELIO – ROMA

INGRESSO GRATUITO

 

PINETA COMUNALE DI GUIDONIA – PIAZZA CADUTI DI NASSIRIYA

 

APERTURA AREA CONCERTI ORE 19

 

www.nessundormarockfest.it

 

PROGRAMMA CONCERTI:

 

VENERDI 12 GIUGNO 2015

IL PAN DEL DIAVOLO

IL MURO DEL CANTO

 

SABATO 13 GIUGNO 2015

KUTSO

MARTA SUI TUBI

 

DOMENICA 14 GIUGNO 2015

MANAGEMENT DEL DOLORE POSTOPERATORIO

FAST ANIMALS AND SLOW KIDS

 

Una tre giorni gratuita di musica dal vivo con il meglio del rock alternativo italiano. Così si presenta, nella sua prima edizione, “Nessun Dorma – Rock Festival”,  il 12, 13 e 14 Giugno 2015 presso la pineta comunale di Guidonia Montecelio.

 

Sul palco si alterneranno il Pan del Diavolo, Il Muro del Canto, Kutso, Marta sui Tubi, Il Management del dolore post operatorio e Fast Animals and Slow Kids.

 

 

Fortemente voluto dall’amministrazione comunale Assessorato alla Cultura, “NESSUN DORMA rock festival”, nasce con l’obiettivo di portare nel centro Italia le proposte della nuova musica indipendente italiana, quella slegata dalle solite logiche, radiofoniche e televisive ed anche per soddisfare l’urgente richiesta di moltissimi giovani nati o cresciuti in quest’area Metropolitana, di vedere rappresentata anche la loro cultura e le proprie passioni musicali, rispetto a quelle spesso usa e getta imposte dal mercato discografico.

 

L’amministrazione comunale, attraverso questo evento, si propone di portare nei tre giorni del festival il maggior numero possibile di giovani dalla vicina Roma e dalle città limitrofe, favorendo così non solo il commercio ed il turismo cittadino ma quel concetto di aggregazione sociale che vede la Città di Guidonia Montecelio sempre più Centro Culturale di tutta l’Area Metropolitana.

 

 

IL PROGRAMMA

 

Si partirà Venerdi 12 con “Il Pan del Diavolo” l’esplosivo duo palermitano che sta portando in tour le canzoni del nuovo lavoro “Rockfolkboom”, una miscela di folk rock d’oltreoceano e carisma mediterraneo.

 

A seguire sarà la volta de “Il Muro del canto” formazione capitolina che fa della sua romanità una bandiera. Fra racconti e canzoni d’autore appassionate, protesta e riflessione, andrà in scena il lato più oscuro, duro e moderno della tradizione.

Il Muro del Canto ha da poco pubblicato il nuovo singolo e video “Figli di nessuno”.

Scritto di getto sull’onda delle frequenti notizie di attualità legate al tema degli abusi compiuti dalle forze dell’ordine in Italia,  il video (regia di Marcello Saurino) è stato realizzato in collaborazione con l’associazione ACAD (Associazione Contro gli Abusi in Divisa) e presentato lo scorso 18 aprile al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia.

 

Sabato 13 I “Kutso”, reduci dalla fortunata partecipazione all’ultima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Elisa”. Il quartetto capitanato da Matteo Gabianelli propone spettacoli travolgenti, capaci di coinvolgere ed entusiasmare il pubblico fra dinamiche imprevedibili e gli intelligenti testi al vetriolo.

 

Dopo di loro i Marta sui Tubi , senza dubbio tra le più importanti realtà musicali dell’attuale panorama rock italiano. Anche per loro una partecipazione al Festival di Sanremo del 2013 ma soprattutto un’attitudine ai live che non teme paragoni. Un live grintoso, compatto, dinamico rodato sul campo, concerto dopo concerto.

La loro prima raccolta ufficiale “Salvagente” uscita nel 2014 in occasione del decennale della band, vanta celebri duetti con i maestri Lucio Dalla e Franco Battiato.

 

Domenica 14 Arriveranno “Il Management del dolore post operatorio” interessantissimi originali e provocatori, che hanno appena dato alle stampe il nuovo lavoro  “I Love You”.

 

Chiuderanno la kermesse i “Fast Animal and Slow Kids” tra le novità più fresche che il rock indipendente ha partorito negli ultimi anni. I FASK presenteranno al pubblico del “Nessun Dorma” l’ultimo lavoro in studio “Alaska”.

 

Presentatore d’eccezione delle tre serate sarà il giornalista e critico musicale Federico Guglielmi.

 

All’interno dell’area attrezzata saranno presenti numerosi punti vendita con vinili, libri, cd, magliette e gadget, oltre alla presenza di stand gastronomici con eccellenti prodotti del territorio.

 

Ufficio Stampa e Promozione :

BIG TIME Tel 06.5012073 pressoff@bigtimeweb.it   www.bigtimeweb.it

 

 

BIOGRAFIE DEGLI ARTISTI PRESENTI AL FESTIVAL

 

 

 

VENERDI 12 GIUGNO 2015

IL MURO DEL CANTO –  IL PAN DEL DIAVOLO

 

 

IL MURO DEL CANTO

Il Muro del Canto è una voce senza tempo, una voce di popolo, è l’inno alla terra, è il disincanto e la serenata. È un canto accorato di lavoro, è la ninna nanna antica.

Il Muro del Canto è un progetto musicale che commuove, risveglia e infuoca gli animi, che fa piangere, sorridere e danzare.

Tra 2010 e 2011, la band propone il proprio repertorio in moltissime esibizioni, instaurando un legame profondo con il pubblico, che sempre più numeroso affolla i concerti. Gli spettacoli dal vivo superano la dimensione musicale, per finire in quella narrativa, e portano lo spettatore nell’immaginario unico creato dalla band. Nel 2011 Il Muro del Canto vince il Premio Stefano Rosso per il miglior arrangiamento, grazie alla propria versione di E intanto il Sole si nasconde.

L’Ammazzasette (2012, Goodfellas) è il primo album ufficiale e segue il percorso iniziato nel 2010 con il singolo Luce mia e poi con l’Ep di sei tracce Il Muro del Canto.

Un disco che mostra un universo culturale con le radici piantate nei marciapiedi della Capitale; sedici tracce che proiettano l’ascoltatore in un viaggio senza ritorno tra le storie e i personaggi di una grande e decadente giostra.

Il vasto immaginario popolare dalle atmosfere cinematografiche, che il gruppo rievoca, ha portato alla nascita di un progetto parallelo, che ha accompagnato passo dopo passo il percorso del disco: la realizzazione di una serie di videoclip incentrati sulle storie che s’intrecciano nell’universo visivo del Muro del Canto, in cui personaggi, luoghi e racconti si mescolano in una macrostoria cine-musicale. La realizzazione è stata affidata alla regia di Carlo Roberti per Solobuio Visual Factory (già regista di Spiritual Front, Ardecore, Surgery, Dope Stars Inc). Il primo video è stato La spina, al quale sono seguiti quelli di Cristo de legno e di Chi mistica mastica, tutti legati da una narrazione comune. L’Ammazzasette è stato un debutto straordinario, con oltre 3.000 copie vendute e recensioni esaltanti della stampa nazionale, che li ha definiti una splendida rivelazione.

Il disco è stato recensito dalle più importanti testate musicali: Mucchio, Blow Up, Rockerilla, XL di Repubblica e anche da quotidiani e magazine nazionali, come il Venerdì di Repubblica, La Stampa, il Manifesto. Il disco è stato presentato anche in molte trasmissioni di qualità, come Radio 2 Twilight, Radio 3 Alza il volume, Radio 1 Steronotte e  Isoradio Rai, che oltre ad averli intervistati nella trasmissione Casello Casello, ha anche trasmesso un intero concerto, registrato durante il tour estivo della band, nella trasmissione Concerti in sicurezza.

Anche Radio Popolare Network ha dedicato loro un grande spazio, trasmettendo un loro concerto registrato a Villa Ada Roma Incontra il Mondo. Il programma televisivo Cool Tour di Rai 5 ha dedicato al MDC un ampio servizio. Nell’aprile del 2012 Il Muro del Canto, insieme ad Ardecore e Bandajorona, partecipa alla prima raccolta della canzone romana del nuovo millennio, rigorosamente in vinile, Mamma Roma Addio, uscita in occasione del quinto Record Store Day.

 

Alcune tra le formazioni responsabili, attraverso linguaggi e metodi compositivi diversi, di quel recupero delle radici che ha segnato la nuova via alla canzone d’autore, propongono il meglio del loro repertorio in questa compilation. Mamma Roma Addio ottiene recensioni nazionali sui maggiori quotidiani e magazine: Repubblica, il Messaggero, Sette del Corriere della Sera. Il sito di Repubblica gli dedica un ampio servizio, completo di streaming dei brani. http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/04/19/news/canzoni_romane-33567054/ Nel dicembre del 2012 Il Muro del Canto partecipa a un concerto all’interno del Carcere di Rebibbia. Un concerto speciale, voluto e organizzato dal Traffic Live Club di Roma e dal responsabile delle relazioni della Casa circondariale maschile di Rebibbia.

Per il tour di presentazione de L’Ammazzasette, Il Muro del Canto realizza oltre 100 concerti e partecipa a importanti rassegne e festival musicali: Arezzo Wave Love Festival, Etruria Eco Festival, Roma Incontra il Mondo (Villa Ada), Genius loci: Pasolini, Eclettica Festival, Supersanto’s San Lorenzo Estate e molti altri. Il 29 ottobre 2013 il Muro del Canto dà alle stampe il secondo attesissimo album “Ancora ridi”. Il missaggio è affidato all’esperienza di Tommaso Colliva (Muse, Afterhours, Calibro 35), che lo realizza mescolando il dialetto romano con chitarre rubate alla migliore tradizione d’oltreoceano, atmosfere western in stile Morricone e una fisarmonica spiccatamente folk, creando un impasto sonoro che conferma il sound originale e già distintivo della band. Il disco viene presentato con 2 concerti a Roma entrambi Sold Out ( 8 nov al Circolo degli Artisti di Roma e il 30 nov al Nuovo Cinema Palazzo). “Ancora Ridi” viene accolto con grande favore dalla principali testate specializzate e da diverse testate nazionali ( Il Fatto Quotidiano, XL, Il Mucchio. Blowup, Rumore, Il Corriere dello Sport, Il Messaggero e molte altre)  . Numerosi anche i passaggi radiofonici tra cui spicca la presentazione a Wake Up Revolution su Radio2Rai ed il live all’Auditorium “Demetrio Stratos” sulle frequenze di Popolare Network. Il disco è stato presentato anche ad Radio 3 Alza il Volume e Radio 1 Stereonotte.

 

Nella primavera del 2014 al Muro del Canto sono stati dedicati alcuni servizi televisivi:  un’intervista al TG1 (I Suoni di Roma) https://www.youtube.com/watch?v=HR8lR1eUqwM un’intervista al TG3 (Buongiorno Regione)  https://www.youtube.com/watch?v=FS91ZcG7w_Y mentre il TG2 Si Viaggiare , ha utilizzato le musiche de Il Muro del Canto come colonna sonora per un servizio sulla città eterna.  https://www.youtube.com/watch?v=Mierbp-9T1U.

Nell’aprile del 2015 viene presentato il nuovo brano e video ” Figli come noi”. Scritto di getto, sull’onda delle frequenti notizie di attualità legate al tema degli abusi compiuti dalle forze dell’ordine in Italia. Il video (regia di Marcello Saurino) è stato realizzato in collaborazione con l’associazione ACAD (Associazione Contro gli Abusi in Divisa).

Hanno accettato di partecipare in prima persona al video: Assalti Frontali, Boris Sollazzo, Chef Rubio, Don Pasta, Elio Germano, Giulia Bosetti, Ignazio Oliva, Luca Bertazzoni, Michele Alhaique, Piotta, Stefano Fresi, Valerio Di Benedetto, Zerocalcare. Il video di “Figli come noi” è stato presentato in anteprima al Festival del Giornalismo di Perugia.

 

 

IL PAN DEL DIAVOLO

Il Pan del Diavolo è un duo Folk /Rock n Roll formato da Pietro Alessandro Alosi (chitarra, grancassa e voce) e Gianluca Bartolo (chitarra e voce). Il gruppo nasce a Palermo nel 2007 e inizia a suonare dal vivo distinguendosi per le sue performance energiche e molto intense. Nel 2008 vince il concorso Italia Wave Sicilia, suona all’Ypsigrock festival e al Pollino festival in apertura ai Gogol Bordello. Nel settembre del 2008 registrano al Cave studio di Catania la prima uscita discografica, ossia”Il Pan del Diavolo” Ep. Il 15 gennaio 2010 esce LP d’esordio “Sono all’Osso” per la Tempesta dischi, ottimamente accolto dalla critica (5 stelle per RollingStone e disco del mese per Buscadero), l’album diventa finalista del Premio Tenco nella sezione “migliore opera prima”. Il 3 aprile 2012 esce il secondo album “Piombo Polvere e Carbone” (Tempesta dischi) in cui all’immediatezza dell’esordio si aggiunge una forte componente psycho. Arrangiato e suonato con Antonio Gramentieri e Diego Sapignoli. Nel tour 2012 Il Pan del Diavolo alterna spettacoli in formazione duo e full band con Antonio Gramentieri (chitarra baritona e basso) e Diego Sapignoli (batteria e percussioni). A febbraio 2013 la band comunica che partecipeà al festival South by SouthWest di Austin TX con due showcase ufficiali. Il 3 giugno 2014 esce il terzo album del Pan del Diavolo dal titolo “FolkRockaBoom”. Registrato in presa diretta al Duna studio di Russi (RA), mixato a Tucson (AZ) da Craig Schumacher è stato prodotto dal duo in collaborazione con Antonio Gramentieri. L’album contiene due collaborazioni Andrew Douglas Rothbard e I Sacri Cuori. Il tour, che prende il nome dal titolo del disco, vede la partecipazione di Francesco Motta dei Criminal Jokers a batteria, tastiera, chitarra e cori.

 

SABATO 13 GIUGNO 2015

MARTA SUI TUBI – KUTSO

 

 

MARTA SUI TUBI

I Marta Sui Tubi nascono come duo, formato da Giovanni Gulino e Carmelo Pipitone. Originari di Marsala, ora con base a Milano, registrano il loro album d’esordio “Muscoli e Dei” con Fabio Magistrali che esce con Eclectic Circus Records a fine 2003. Tutta la stampa e televisioni musicali lo accolgono come un capolavoro.

Nello stesso periodo la famiglia si allarga con l’inserimento alla batteria di Ivan Paolini.

Per tutto l’anno i Marta sono impegnati in un intenso tour, mentre il disco continua a riscuotere successo tra pubblico e critica, spinto anche dal singolo “Vecchi Difetti”.  A coronamento di un esordio folgorante, al MEI 2004 i Marta vengono  premiati come miglior gruppo indipendente italiano. Dopo oltre 100 date live, i Marta sui Tubi si fermano e, nel 2005, entrano in studio con Marco Tagliola, già produttore di artisti del calibro Di Vinicio Capossela e Nada. E’ ad ottobre 2005 che il secondo album dei Marta sui Tubi vede la luce: intitolato “C’è gente che deve dormire” (V2/Eclectic Circus) è impreziosito dalla partecipazione di diversi ospiti: Bobby Solo, Moltheni, Paolo Benvegnù, Enrico Gabrielli e altri ancora. Dal disco vengono estratti i singoli “Perchè Non Pesi Niente” e “L’Abbandono”, premiato al MEI 2006 come “Miglior Video”. Con la critica che accoglie con entusiasmo il disco ed il pubblico in crescita esponenziale, comincia il lungo tour di “C’è Gente Che Deve Dormire” che supera le 150 date: tantissimi concerti, parecchi sold-out e la certezza che i Marta sui Tubi sono una delle migliori live band in circolazione. Indimenticabile l’esibizione sottozero in Val Senales in un igloo a 3200 metri suonando strumenti scolpiti nel ghiaccio.

A inizio 2008 i Marta sui Tubi aprono la loro etichetta “Tamburi Usati” e pubblicano in aprile “Nudi e Crudi”, un DVD+CD audio che contiene le registrazioni di diversi concerti, un documentario on the road realizzato da Anna Terra e il singolo “L’Unica Cosa”, accompagnato da un video passato in rotazione su tutte le tv musicali.

Il terzo disco dei Marta sui Tubi intitolato “Sushi & Coca” esce ad ottobre 2008, sempre per “Tamburi Usati”/Venus, ed è  il risultato di mesi di lavoro assieme a Taketo Gohara; con l’inserimento nell’organico di Paolo Pischedda al piano e organo hammond, e Mattia Boschi al violoncello i Marta sui Tubi hanno realizzato il loro disco più ambizioso e sperimentale e anche quello di maggior successo. Tre i singoli usciti: “Non Lo Sanno”, “Cinestetica” e “La Spesa”, tutti accompagnati dai relativi video, il secondo dei quali ha vinto il premio PVI 2008 come miglior video in assoluto. Il tour di “Sushi & Coca” ha collezionato oltre 100 affollatissime date, con tappe importanti come il Primo Maggio a Roma, Italia Wave prima dei Placebo e si è chiuso ai Magazzini Generali di Milano in compagnia di Caparezza. I Marta diventano i pionieri dei Secret Concerts: particolari esibizioni nelle case dei propri fans. Nello stesso periodo i Marta sui Tubi partecipano anche al progetto degli Afterhours “Il Paese è Reale”, con il brano inedito “Mercoledì”, mentre Carmelo Pipitone riceve il premio INSOUND 2009 come miglior chitarrista italiano.

Nella primavera 2010 i Marta entrano in studio con Tommaso Colliva (Muse, Calibro 35, Afterhours) per iniziare i lavori sul nuovo album. Le prime canzoni a vedere la luce sono “Coda di Lucertola”, uscita nella compilation “Materiali Resistenti” ed il singolo estivo “Senza Rete”, suonatissimo da Radio2 ed Mtv. I Marta inaugurano il tour 2010 con lo spettacolo “Arte sui Tubi”, che li vede protagonisti alla Fondazione Pomodoro di Milano insieme ad installazioni e attori, e lo chiudono a dicembre 2010 all’Angelo Mai di Roma.

Altra importante apparizione è quella legata alla fiction Romanzo Criminale, con il brano “il Commissario”, uscito nella compilation distribuita da EMI e da Sorrisi e Canzoni.

Nel 2011 vede la luce “Carne con gli Occhi”, l’ultimo disco della band. La produzione è sempre di Tommaso Colliva (Muse/Calibro 35/Afterhours). “Carne con gli occhi” viene recensito con favore dalle maggiori testate nazionali (da Repubblica a QN , dall’Espresso al Venerdì, da Sette a Internazionale e molte altre). I tre singoli estratti – “Cristiana” (Marzo 2011), Di Vino (Settembre 2011), Coincidenze (Dicembre 2011) sono stati inseriti in Playlist da Radio 2 Rai e da oltre 100 radio sul territorio nazionale. Il disco è presentato live in diverse trasmissioni radiofoniche di qualità: Radio 2 Live,  Radio 3 Fahrenheit,  Isoradio Rai ( ZTL), Radio 2 Moby Dick, Popolare Network “speciale Patchanka”. Nel gennaio 2012 esce l’album “Le canzoni ai testimoni” di Enrico Ruggeri, in cui Marta sui Tubi reinterpretano in duetto con lo stesso Ruggeri il brano “Contessa”.

Il 22 gennaio 2012 Lucio Dalla partecipa ad uno speciale evento dei MST al Teatro del Navile di Bologna. L’indimenticato cantautore, che ha scritto alcune delle pagine più belle della musica italiana, in quell’occasione esegue con i Marta splendide versioni dei classici

“Disperato Erotico Stomp” (video <http://www.youtube.com/watch?v=M_Ayl1NNkKo> ) e “L’anno che verrà” (video <http://www.youtube.com/watch?v=xg5Zz5Zy958> ). Dalla si congeda da quel concerto definendo i Marta sui Tubi “la migliore live band italiana“!

Da quell’incontro nasce la nuova versione di “Cromatica”, che diviene il quarto ed ultimo singolo tratto da Carne con gli Occhi; il brano viene  riarrangiato e nuovamente inciso in studio con la partecipazione di Dalla alla voce e al clarinetto.

Cromatica viene trasmesso da oltre 100 radio tra cui Radio 2 e Radio Capital , Radio 1, Isoradio e Radio Dee Jay; servizi ed interviste vengono realizzate dal  TG 2 Mizar , TG 1; anche Rai 5, con la trasmissione Cool Tour, gli dedica un ampio servizio.

A giugno 2012 esce la ristampa di “Carne con gli occhi” in versione deluxe, denominata “Cromatica edition” (Tamburi Usati/Venus). I contenuti extra del doppio cd sono: “Cromatica” nella versione con Lucio Dalla, “Senza Rete”, “Coda di Lucertola” e 6 canzoni registrate dal vivo durante il tour: “La Spesa”, “Camerieri”,“Perché non pesi niente”, “Muratury”, “L’unica cosa” e “Coincidenze”. Nell’estate del 2012 partecipano alla compilation “Tributo a Ivan Graziani” pubblicata da XL di Repubblica.

A settembre 2012 I Marta sui Tubi partecipano ad un evento prestigioso: il Festival MITO, realizzando a Torino un concerto speciale in cui oltre la consueta scaletta viene affiancata una parte dedicata a Lucio Dalla. La band suona alcuni dei suoi brani più toccanti, tra cui Stella di Mare, Tu non mi basti mai e Le Rondini.

Il tour di “Carne con gli occhi” giunge al termine il 10 novembre 2012, con un evento sold out a Bologna, un ospite d’eccezione come Cristiano Godano dei Marlene Kuntz ed uno spettacolo pensato per l’occasione con il nome “La Notte delle Coincidenze”; il concerto chiude 18 mesi di attività live, in cui la band realizza, con 140 affollatissime date, il tour di maggior successo della propria carriera. Partecipano al Festival di Sanremo  2013 nella categoria “Big” con due brani, “Dispari” e “Vorrei”, duettando anche con Antonella Ruggiero nella serata dedicata ai brani storici di Sanremo, con un bellissimo arrangiamento di “Nessuno”. Il 14 febbraio 2013 esce CINQUE, LA LUNA E LE SPINE , il loro quinto album. Entrambi i brani presentati al Festival di Sanremo sono trasmessi da tutti i principali network nazionali tra cui Radio 1 e Radio 2, R101, Radio Deejay, Radio Capital, Radio Italia, Virgin Radio, RTL e molte altre radio , collezionando numerose interviste. Il disco viene presentato in diverse trasmissioni di prestigio come :  Radio 2 Live, Che tempo Che fa” – Rai 3, Radio 2 Moby Dick , Live@Virgin Radio, Stile Libero di Radio 101.  Numerosi anche i servizi  televisivi all’interno dei TG1 TG2 e TG3  Rai,  TG Sky e in alcuni programmi di LA 7 come “Piazza Pulita” e “La Malaeducaxxxion”

Il Primo Maggio 2013 salgono per la seconda volta sul palco del Concertone di Piazza San Giovanni a Roma, trasmesso in diretta su Rai 3. L’esibizione, tra le più apprezzate e coinvolgenti, ha visto in scaletta “Dispari”, “Tre”, “Divino”, “Cromatica” e “Vorrei”.

Nel giugno 2013 esce in edicola con il mensile XL di Repubblica “Cinque, la luna, le spine e il live” l’esclusivo album dal vivo dei  MARTA SUI TUBI che contiene quindici brani live, registrate live all‘Alcatrazdi Milano più Nuotando nell’aria dei Marlene Kuntz, cantata con Cristiano Godano al TPO di Bologna. L’inizio del 2014 vede i Marta sui Tubi impegnati in una serie di date all’estero tra Germania (Berlino e Francoforte) e Spagna (Madrid, Barcellona e Valencia). In occasione del minitour iberico esce l’EP in digitale “DE VINO”, contenente la versione in lingua spagnola dei brani :  “Di Vino”, “Cromatica”, “L’unica cosa”. Il 17 giugno 2014 esce “Salva Gente il primo Best of dei Marta sui Tubi con la raccolta dei  loro brani più importanti.  L’uscita è anticipata a Maggio dal singolo omonimo “Salva Gente”, con la collaborazione del Maestro Franco Battiato. Nella raccolta trovano posto anche l’altro inedito “A modo mio”, l’emozionante duetto con Malika Ayane nella nuova versione de “La Ladra”, l’irresistibile tiro swing della Bandakadabra ne “Il giorno del mio compleanno” e “Cromatica” con Lucio Dalla, considerata uno dei capolavori dei Marta sui Tubi. Nuove versioni infine per i classici “L’Abbandono” e “Vecchi Difetti”.

Il primo Best of ha dato il via al “Salva Gente Tour”, una lunga serie di concerti che ha visto i Marta sui Tubi attraversare tutta la penisola, in veri e propri happening di piazza d’estate, e in affollate feste nei più importanti live club italiani durante la stagione autunnale. Nel novembre 2014 viene presentato in anteprima al 32° Torino Film Festival “Senza Lucio” il documentario di Mario Sesti che ripercorre per immagini e voci la vita  di Lucio Dalla.  I Marta sui Tubi insieme ad altri artisti come Peppe e Toni Servillo, Charles Aznavour, Paolo Nutini, John Turturro I fratelli Taviani, Isabella Rossellini hanno partecipato al film documentario raccontando il loro personale ritratto del grande artista bolognese. Il 2015 dei Marta sui Tubi si apre con le prestigiose partecipazioni dal vivo alla trasmissione tv di Rai3 “Che Tempo Che Fa”.  La band è ospite musicale del programma di Fabio Fazio per quattro puntate consecutive, proponendo mini live in esterna da alcuni luoghi d’arte d’Italia tra cui Palazzo Reale a Milano e Palazzo Pitti a Firenze.

Nel marzo del 2015 i Marta sui Tubi tornano alle origini con un imperdibile tour in trio che vede Giovanni Gulino alla voce, Carmelo Pipitone alla chitarra e Ivan Paolini alla batteria. L’occasione è la ristampa del disco d’esordio “Muscoli e Dei” . L’album, uscito nel 2003, ha dato il via alla carriera dei Marta sui Tubi e ad oggi è considerato un caposaldo della musica rock alternativa italiana.

www.martasuitubi.it

 

 

KUTSO

I KuTso uniscono scherzo e provocazione ad un linguaggio musicale gioiosamente frenetico. La loro musica solare e irriverente è il tappeto sonoro di testi segnati da forti dosi di simpatico disfattismo e smielato sarcasmo. I concerti, veri e propri mix esplosivi di nonsense, disperazione, movimenti inconsulti, invettive e travestimenti estemporanei trasportano il pubblico in un’atmosfera surreale e sgangherata.

Il 2014 dei KUTSO è costellato da grandi eventi: primo tra tutti il Concerto del Primo Maggio a Roma,  durante  il  quale  si  sono  esibiti  davanti  a  700.000  persone.  Ad  esso  fanno  seguito  le aperture a CAPAREZZA: a Miami (USA) in occasione dell’Hitweek Festival e al Postepay ROCK IN ROMA 2014: due grandi occasioni che hanno trovato l’appoggio di un pubblico particolarmente partecipe e divertito. Altro evento memorabile è la partecipazione all’HARD ROCK LIVE ROMA in Piazza del Popolo insieme ai Negramaro. I kuTso sono impegnati da oltre un anno in un tour senza sosta, denominato appunto “Perpetuo Tour”, con il quale hanno collezionato – solo nell’ultimo anno – più di 120 date in tutta Italia. Nel 2013 – invece – hanno pubblicato il loro primo album ufficiale “Decadendo (su un materasso sporco)” prodotto da 22R, Cose Comuni e Metatron, presentato live al Circolo Degli Artisti di Roma. Il primo singolo estratto, “Lo sanno tutti”, è stato accompagnato da un video irriverente girato con la crew di comici “The Pills”; il secondo singolo “Alè” è rimasto nella classifica Indie Music Like (MEI web) per più di 4 settimane. Nel 2015 partecipano alla 65esima edizione del “Festival di Sanremo” in gara nella sezione nuove proposte con il singolo “Elisa”. Il 12 febbraio esce il loro secondo album “Musica per persone sensibili” (IT.POP/Universal). I KUTSO si sono classificati secondi tra le Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2015 con il brano “Elisa”

 

DOMENICA 14 GIUGNO 2015

MANAGEMENT DEL DOLORE POSTOPERATORIO

FAST ANIMALS AND SLOW KIDS

 

 

Il MANAGEMENT DEL DOLORE POST-OPERATORIO

Era un sabato sera di primavera ed eravamo ubriachi. La strada era dritta, tutta dritta, improvvisamente BOOM! Ci ritroviamo su un albero con la macchina distrutta. Due femori un ginocchio e un braccio frantumati, una milza asportata. Ma le ossa col tempo si rimettono a posto e la milza lo sanno tutti che non serve a un cazzo. Da quel giorno cominciamo a girovagare per narrare la storia delle nostre gambe rotte e delle nostre vite storte. La storia di quattro ragazzi che hanno poche semplici cose da dire racchiuse tutte in un’unica parola: GODERE.  Ce l’abbiamo sempre a morte con qualcuno e questo odio andiamo cantando col sorriso. Benvenuti nel MANAGEMENT DEL DOLORE POST-OPERATORIO, l’unico posto che cura tutto curandosi di niente. Il MANAGEMENT DEL DOLORE POST-OPERATORIO esordisce ufficialmente nel 2012 con “Auff!!”, affidando la produzione artistica dell’album a Max Stirner Fusaroli. Senza prendere fiato calcano centinaia di palchi in Italia e oltre frontiera, comparendo come guest al Popkomm di Berlino e lo Sziget Festival di Budapest fino ad arrivare al Concertone del Primo Maggio di Roma nel 2013, dove vengono censurati e denunciati per la loro esibizione. Nel 2014 esce “McMAO”. Anche questo disco si avvale della produzione artistica di Manuele Fusaroli, nonchè dell’opera omonima di Giuseppe Veneziano per la copertina. Per il tour 2013 e il secondo album ufficiale del 2014 ricevono dal M.E.I. rispettivamente il premio come ‘Miglior Band Live’ e ‘Miglior Indie Band’ italiana. Dal 2015 il gruppo è entrato far parte de La Tempesta Dischi e con la produzione artistica di Giulio Ragno Favero (Teatro degli Orrori) realizza il nuovo disco “I love you”.

La band sul disco; “Questo disco è dedicato a tutti quelli che, quando arriva qualcuno che dice: “fate quello che volete, ma non toccate l’albero con la mela”, si dirigono immediatamente verso l’albero con la mela. Questo è l’amore, due ragazzi tutti nudi vengono messi dinanzi alla difficile scelta tra l’immortalità e la conoscenza. Tutti sappiamo che meravigliosa scelta hanno fatto”.

 

 

FAST ANIMALS AND SLOW KIDS

Il progetto Fast Animals and Slow Kids nasce a Perugia alla fine del 2007: quattro musicisti (Aimone Romizi, Alessandro Guercini, Alessio Mingoli e Jacopo Gigliotti) frequentano il liceo e suonano in band locali. Decidono di iniziare a scrivere canzoni in inglese e di provare insieme. Dopo aver tenuto qualche concerto e qualche difficoltà di percorso, scrivono i primi pezzi in italiano nel 2009, quando registrano l’EP “Questo è un cioccolatino” (To Lose La Track), stampato da Luca Benni.

Nel corso del 2010 aprono i concerti di band come Zen Circus, Il Teatro degli Orrori, Futureheads e Ministri. In estate partecipano e vincono il contest di Italia Wave Love Festival come miglior gruppo emergente italiano.

Dopo una lunga tournée, registrano nel febbraio 2011 il loro primo album “Cavalli”, prodotto da Andrea Appino (frontman dei toscani Zen Circus) e pubblicato dall’etichetta Iceforeveryone, di proprietà proprio degli Zen Circus. Il disco, pubblicato nel novembre seguente, è stato registrato da Giulio Favero e ha consentito al gruppo di farsi notare all’interno dell’ambiente indipendente musicale italiano, partecipando tra l’altro a diverse rassegne del settore. Il cantante della band Aimone Romizi ha collaborato in studio con Bologna Violenta (in “Utopie E Piccole Soddisfazioni”, 2012) e con Karim Qqru, aka La Notte Dei Lunghi Coltelli (in “Morte A Credito”, 2013). Il chitarrista Alessandro Guercini nel 2012 fonda un duo chiamato Laurito con Andrea Lodi (già membro di Trovarobato).

Nell’ottobre 2012, con Andrea Marmorini e Jacopo Gigliotti alla produzione, registrano al Macchione (ai confini tra Toscana ed Umbria, tra Montepulciano e Chiusi), il loro secondo disco. L’album si chiama Hýbris (pronunciato “Iubris”) e viene pubblicato il 18 marzo 2013 da Woodworm (con distribuzione Audioglobe e To Lose La Track per il vinile).

Nel dicembre 2013 il singolo “A Cosa Ci Serve” vince il Trofeo Rockit come migliore canzone italiana secondo i lettori del sito e contestualmente risulta essere la canzone dell’anno anche secondo i redattori del magazine online. Nello stesso anno i Fast Animals And Slow Kids vincono anche il premio KeepOn “Rivelazione Live 2013” e “Hýbris “ è l’Album Italiano 2013 per i lettori di XL.

Nell’aprile 2014 si è concluso il tour invernale della band composto da 105 concerti in tutta Italia. Nel giugno dello stesso anno il gruppo ha partecipato alla decima edizione del MI AMI 2014, festival italiano dedicato alla musica indipendente; nello stesso mese ha anche suonato come band d’apertura allo Sherwood Festival 2014 a Padova. “Alaska”, il nuovo e quarto disco della band è rilasciato ufficialmente il 3 ottobre 2014.