Nella Reggia di Caserta a caccia di Tesori Contemporanei. Terrae Motus : giocare con l’Arte.

Una caccia al tesoro nell’antica dimora dei Borbone per giocare
“immergendosi” nelle opere contemporanee della collezione Terrae Motus
e negli appartamenti reali durante tutti i fine settimana di novembre 2016.

Da sabato 5 novembre, per quattro weekend consecutivi, la Reggia di Caserta ospiterà “Terrae Motus – A caccia di tesori contemporanei”, un’inedita caccia al tesoro – in versione 2.0 – progettata col chiaro intento di valorizzare uno dei luoghi della cultura più importanti e affascinanti d’Italia, grazie alla sinergia con vari partner del territorio.
La Reggia di Caserta con il Centro Commerciale Campania, realtà imprenditoriale in Terra di Lavoro, in collaborazione con 012 Factory, First Social Life e GDG Campania lancia Terrae Motus – A caccia di tesori contemporanei, iniziativa pensata per immergersi nel patrimonio culturale in maniera ludica, stimolando la curiosità attraverso la tecnologia di un’app e il classico, irrinunciabile complemento di ogni caccia avventurosa
che si rispetti: la mappa del tesoro.
La collezione di arte contemporanea della Reggia di Caserta, tra le altre cose,
custodisce opere di Warhol, Mapplethorpe, Haring, Halley e Rauschenberg e
l’appuntamento con la “caccia al tesoro” è fissato ogni fine settimana di novembre.
“Invito tutti a programmare un fine settimana di novembre alla Reggia di Caserta – dice
Mauro Felicori, Direttore della Reggia di Caserta – perché grazie alla sinergia con i
partner del territorio, ai social e alle nuove tecnologie, ‘giocheremo con l’arte’ e sarà facile
rimanere sedotti da tanta bellezza”.
“La collaborazione con la Reggia di Caserta – afferma Gian Luca Galvani, Direttore
del Centro Commerciale Campania – è un primo gesto concreto volto all‘integrazione di
esperienze territoriali dedicate sia ai cittadini di questi luoghi sia ai visitatori, il tentativo di
contribuire alla creazione di un volano di cultura e innovazione i cui effetti moltiplicativi, ci
auguriamo, andranno a beneficio di tutto il casertano”.
“Abbiamo voluto dare un nostro contributo a un progetto che ha l’ambizione di
diffondere la conoscenza di una collezione d’arte contemporanea straordinaria – aggiunge
Sebastiano Caputo Ceo 012 Factory -. Noi ci definiamo un centro di contaminazione
per la nostra convinzione che cultura e innovazione camminino assieme. Innovare è un
processo corale che necessita di confronto, di integrare i propri dati con quelli di altre
persone, di adattamento al nuovo. E la cultura è la linfa che sostiene l’intero processo.
Spero questo sia il primo passo per una Reggia futuro hub d’innovazione per la cultura”.
GIOCARE CON L’ARTE
La “caccia” prevede che, grazie all’app creata per l’occasione, i giocatori debbano
rispondere a una serie di domande relative alla storia locale, ai beni artistici del casertano,
all’arte contemporanea e alle iniziative culturali del territorio; se le risposte saranno giuste,
i partecipanti percorreranno un itinerario tra i tesori artistici della Reggia di Caserta e
presso il Centro Commerciale Campania, per tentare di aggiudicarsi fino a 700 euro in
buoni spesa.
Giocare è facile: basta scaricare l’app, dotarsi della mappa del tesoro (reperibile
gratuitamente sia nel museo, sia nel Centro Commerciale Campania) e recarsi alla
Reggia tutti i sabati del mese di novembre (Viale Douhet, 2/a, Caserta, e comunque a
poca distanza dall’uscita Caserta Nord dell’A1 e praticamente di fronte alla stazione
ferroviaria del capoluogo campano).
Nella Reggia si giocherà dalle 9 alle 16 e, contestualmente all’acquisto del biglietto,
verrà consegnato il codice per avviare la sessione di gioco. Da questo momento basterà
seguire le istruzioni dell’app.
Quando la “caccia” avrà inizio (a tale proposito si ricorda che il regolamento sarà
consultabile sul sito web del Centro Commerciale Campania) si procederà nelle
postazioni degli appartamenti reali e nei locali della mostra “Terrae Motus” cercando i
codici che, una volta scansionati, faranno apparire sul proprio dispositivo (smartphone o
tablet) le domande, si risponderà e procederà fino alla fine del percorso. La domenica
mattina la “caccia” continuerà al Centro Commerciale Campania di Marcianise (Località
Aurno,poco distante dall’uscita Caserta Sud dell’A1), dalle ore 9 fino alle ore 13.
Alle ore 14 sarà diffusa la classifica – che verrà inviata ai giocatori tramite App e sarà
presente al box informazioni del centro commerciale – e verranno assegnati i premi (i
minorenni dovranno essere accompagnati da un familiare adulto per riscuotere il premio).
Le sessioni di gioco saranno aperte sia a cacciatori “singoli” sia in gruppo, di tutte le età.
CULTURA, ECONOMIA, INNOVAZIONE, TERRITORIO
La caccia al tesoro nella Reggia di Caserta – che ha ricevuto anche il plauso della
presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, Flavia Piccoli Nardelli

è la prima occasione di una collaborazione inedita che coinvolge quattro importanti realtà
della cultura, dell’innovazione e del mondo imprenditoriale del territorio casertano. Un
formula di interazione stretta, basata su una convergenza di vedute e una condivisione di
contenuti, volta alla valorizzazione del patrimonio culturale sia agli occhi della cittadinanza
locale sia come forza attrattiva per il turismo. Un’azione che instaura un dialogo tra realtà
eterogenee, ma complementari, con l’ambizione di rendere il tessuto territoriale sempre
più integrato e attrattivo nell’ambito nazionale e internazionale dell’innovazione,
dell’impresa e della fruizione dei beni culturali nel loro insieme.