Nasce la conferenza permanente dei sindaci atellani

I Comuni Atellani si riuniscono per avviare un piano di valorizzazione e promozione della propria identità culturale.

I Comuni Atellani di Orta di Atella, Succivo, Sant’Arpino, Cesa, Gricignano di Aversa e Frattaminore insieme per progettare un rilancio del territorio attraverso la valorizzazione e promozione delle propria identità culturale. E per favorire una lavoro sinergico, nasce la “Conferenza Permanente dei Sindaci Atellani” Queste in sintesi le conclusioni dell’incontro che si è svolto ieri presso il municipio di Orta di Atella. Oltre al padrone di casa, Giuseppe Mozzillo, erano presenti anche i colleghi sindaci Giuseppe Dell’Aversana (Sant’Arpino), Gianni Colella (Succivo), Giuseppe Bencivenga (Frattaminore), Enzo Guida (Cesa), Andrea Aquilante (Vice Sindaco di Gricignano di Aversa). Folta anche la partecipazione di assessori e consiglieri nonchè dei rappresentanti dell’associazionismo atellano.

Alla luce della farraginosa esperienza dell’Unione, tutti hanno convenuto sulla necessità di individuare “luoghi” più agili di concertazione e scelte condivise in un territorio accomunato da esigenze e problematiche analoghe e da una matrice storica comune.

In ragione di questa millenaria comunanza, si è avviata una partnership tra i sei comuni limitrofi che consentirà di sviscerare, di volta in volta, specifiche tematiche di sviluppo locale in una visione sovracomunale.

Un primo banco di prova è stato il fruttuoso lavoro collegiale svolto per elaborare progetti comuni finalizzati a partecipare alle nuove misure di finanziamento che la Regione Campania ha emesso nell’ambito del Programma Operativo Complementare (POC) 2014-2020 – Linea Strategica 2.4 “Rigenerazione Urbana, Politiche Per Il Turismo e Cultura”.

I sindaci atellani, nel rispetto di quanto indicato dal recente avviso pubblico di selezione avente ad oggetto “Iniziative promozionali sul territorio regionale” – programma “Giugno 2016 – Gennaio 2017, hanno deciso di sottoscrivere un protocollo d’intesa e di presentare insieme in Regione due progetti in grado di valorizzare e promuovere rispettivamente il patrimonio culturale artistico e letterario con la rinomata tradizione delle “Fabulae Atellanae”; e quello paesaggistico, agricolo ed enogastronomico attraverso un originale quanto coinvolgente “Viaggio nei sapori e nella tradizione Atellana all’ombra della Vite Maritata al Pioppo”. Lo sviluppo positivo di tale esperienza e la necessità di accedere a finanziamenti in modo congiunto, ha portato i Comuni, alla decisone di costituire una Conferenza Permanente dei Sindaci Atellani, un organismo politico snello senza sovrastrutture. La finalità è quella di superare vecchie logiche e di creare un tavolo operativo di concertazione istituzionale, ove i primi cittadini possano discutere e confrontarsi a cadenza periodica, per assumere decisioni di programmazione sinergica su temi specifici che di volta in volta verranno decisi in base ad esigenze comuni e a possibilità di accesso a finanziamenti regionali ed europei. I primi cittadini atellani si sono dati appuntamento a venerdì 23 luglio per sottoscrivere un accordo che disciplini il funzionamento della conferenza dei sindaci. Una nuova era politica sembra iniziata nell’area atellana per tentare di risolvere sinergicamente problemi comuni.

di Gabriele Arenare

About Gabriele Arenare

Classe '88. Laureato in Informatica (Tecnologie Multimediali), presso il dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi di Napoli "Parthenope". Diplomato in Fotografia pubblicitaria, Grafica pubblicitaria ed editoriale e Web Design presso l’ILAS (Istituto Superiore di Comunicazione visiva) a Napoli.