Napoli: Maschio Angioino, si apre al pubblico un nuovo percorso archeologico

IL MASCHIO ANGIOINO APRE IL SUO SOTTOSUOLO:

NASCE IL PERCORSO ARCHEOLOGICO “LA LINEA DEL TEMPO”

Napoli città ricca di storia, la quale si è sviluppata a strati nel corso dei decenni sino ad arrivare alla metropoli che oggi tutti noi conosciamo.  Questa città ha ancora molto da far vedere, infatti molti siti archeologici sotterranei sono tutt’oggi sconosciuti al pubblico perché ancora inaccessibili. A partire da sabato 15 aprile verrà aperto ai visitatori un nuovo percorso archeologico, a cura dell’associazione Timeline Napoli nell’ambito del progetto “Il Graal al Maschio Angioino”. Per ogni weekend sarà possibile, per chiunque avesse voglia di fare un tuffo nella storia, fare un viaggio che inizia dalle vestigia dell’antica Roma, dove si potrà percorrere la zona sottostante le sale dell’armeria aragonese, fino a giungere all’area della Napoli rinascimentale di Alfonso I, detto il Magnanimo, e del figlio-successore Ferrante d’Aragona. L’associazione che ha reso possibile ciò, consentirà a tutti i visitatori di avvicinarsi all’importante patrimonio archeologico della città di Napoli, grazie all’emozione di poter “toccare” con mano la storia partenopea. Un vero e proprio museo “vivente” che consentirà ai visitatori di fare un’esperienza unica attraverso il tour chiamato “La linea del tempo”, che permetterà di scorgere la sovrapposizione delle fasi di costruzione che si sono susseguite nel corso dei secoli nella medesima zona interessata dall’innesto duecentesco del castello.

di Carmine Colurcio