Napoli (Maschio Angioino), Venerdì 10 giugno ore 17, presentazione del libro “Ghetto Italia. I braccianti stranieri tra caporalato e sfruttamento”

 Venerdì 10 giugno dalle 17 presso la sede del Maschio Angioino 

il libro “Ghetto Italia. I braccianti stranieri tra caporalato e sfruttamento”

un incredibile viaggio nei nuovi ghetti disseminati per l’Italia da Nord a Sud permetterà una riflessione sul fenomeno del caporalato in Campania

“Ghetto Italia” di Yvan Sagnet e Leonardo Palmisano edito da Fandango Libri è un reportage fatto di storie raccontate da chi vive in una situazione al limite della sopportazione fisica e psicologica. La mappa di un paese ridisegnato da razzismo, ingiustizia e indifferenza.

Dalla Puglia al Piemonte, passando per la Lucania, il Lazio e la Campania, i braccianti immigrati sono sempre più spesso vittime di un caporalato feroce, che li rinchiude in veri e propri “ghetti a pagamento”, in cui tutto ha un prezzo e niente è dato per scontato.

Un complesso sistema criminale in cui a rimetterci sono i braccianti, costretti a pagare cifre impensabili per vivere stipati in baraccopoli insalubri, lontano da qualsiasi forma di civiltà.

Dopo l’introduzione del Segretario generale della Fondazione Antonio Damiano, interverranno la responsabile di Flai Cgil Campania Cinzia Massa, il responsabile della Comunità di Sant’Egidio Francesco Dandolo e l’Assessora al Lavoro della Regione Campania Sonia Palmeri.

Modera la giornalista Ilaria Urbani.

About Gabriele Arenare

Classe '88. Laureato in Informatica (Tecnologie Multimediali), presso il dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi di Napoli "Parthenope". Diplomato in Fotografia pubblicitaria, Grafica pubblicitaria ed editoriale e Web Design presso l’ILAS (Istituto Superiore di Comunicazione visiva) a Napoli.