NAPOLI- UN NUOVO WEEK-END ALLA SCOPERTA DI NAPOLI

 CON MANI E VULCANI e MANI E VULCANI KIDS

UN NUOVO WEEK-END ALLA SCOPERTA DI NAPOLICARLOIII_PALAZZOREALE piazza_del_gesu_napoli

Napoli, 4 aprile 2016 – Mani e Vulcani, l’associazione culturale presieduta da Antonello di Martino, dedica il prossimo fine settimana a nuove entusiasmanti visite per tutta la famiglia alla scoperta di Napoli . Questi gli appuntamenti nel dettaglio:

 

09/10 aprile 2016 ore 10.30 kids

A SPASSO CON IL RE … il Palazzo Reale di Napoli

Un percorso per i più piccoli: partendo da Piazza del Plebiscito, uno dei simboli della città di Napoli, arriveremo al Palazzo Reale dove racconteremo, la storia dei sovrani che hanno regnato a Napoli. Visiteremo le stanze del Re e della Regina, il loro piccolo teatrino e la loro collezione di oggetti particolari. Appuntamento esterno Caffè Gambrinus. Quota di partecipazione bambini 6,00 euro; adulti 4,00 euro + biglietto ingresso per i soli adulti. Prenotazione obbligatoria 081.5643978 – 340.4230980 manievulcani@gmail.com

 

10 aprile 2016 ore 10.30

CIMITERO DELLE FONTANELLE

Scopriremo come un’antica cava di tufo, simile ad una caverna, è diventata nei secoli un luogo di sepoltura, dove si incontrano personaggi che hanno dato vita a tante storie strane. Camminando silenziosamente all’interno del cimitero, mito, leggenda e realtà si uniscono in un emozionante racconto. Quota di partecipazione 7,50 euro. Prenotazione obbligatoria 081.5643978 – 340.4230980 manievulcani@gmail.com

 

10 aprile 2016 ore 10.30

UNA SIRENA DI TREMILA ANNI

Un percorso da piazza del Gesù al Duomo. Fin dai tempi dei primi Greci, la città ha subito, durante i suoi bimillenari secoli di vita, numerose trasformazioni urbanistiche. I Narratori dell’Arte di Mani e Vulcani attraverso le arterie principali (decumani) sveleranno innanzi ai vostri occhi tutte le trasformazioni che hanno reso Napoli unica al mondo. Appuntamento: piazza del Gesù nei pressi dell’edicola (giornalaio). Quota di partecipazione 8,00 euro. Info e prenotazione obbligatoria 081.5643978 – 340.4230980 manievulcani@gmail.com

 

Uff. Stampa

Simonetta de Chiara Ruffo

Comunicazione – Marketing – Eventi

Cell. 3343195127

simonettadechiara@gmail.com

 

NOTE SU MANI E VULCANI

Mani e Vulcani è una associazione culturale nata a Napoli nel 2005. Presieduta da Antonello Di Martino, opera per promuovere la cultura e l’arte attraverso attività e iniziative volte ad una migliore fruizione del patrimonio culturale; tutto questo nell’ambito del turismo, delle visite e passeggiate guidate, della didattica e degli eventi. Attraverso la tecnica del racconto, inoltre, ha ideato un nuovo modo emozionale di far rivivere a turisti e ai visitatori la cultura e il territorio. I Narratori dell’Arte di MANI E VULCANI, attraverso una particolare cura per lo studio delle fonti, hanno reinterpretare luoghi noti e meno noti, e hanno dato vita alla Compagnia dei Narratori dell’Arte. La particolarità della compagnia è che non solo studiosi, ma anche attori, musicisti, cantanti e ballerini contribuiscono a far rivivere quello straordinario patrimonio di tradizioni che ha reso la nostra città famosa nel mondo. In continua formazione, i Narratori dell’arte, sono un’esclusiva MANI E VULCANI. Ma Mani e Vulcani è anche un tour operator che cura l’incoming a Napoli ed in tutta la regione Campania, e che si impegna nel proporre un’offerta nuova e di qualità a chi chiede di vivere appieno il proprio viaggio. Infatti propone una vasta scelta di pacchetti turistici, soggiorni a tema, visite guidate, percorsi naturalistici ed enogastronomici, cene spettacolo e laboratori didattici.

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.