Mondragone-TARES: i consiglieri di opposizione danno voce al popolo.

TaresIl 16 Gennaio presso il Museo Civico Biagio Greco di Mondragone i consiglieri di opposizione hanno incontrato i cittadini per discutere sulla TARES. Grande partecipazione da parte della cittadinanza.

Un incontro importante perché oltre a far luce su una problematica come la TARES ha dato la possibilità al cittadino di partecipare di dire la propria e di avanzare proposte.

I consiglieri comunali che hanno fortemente voluto questo evento sono: Luigi Beatrice, Michele Conte, Carmine Del Prete, Fabio Gallo, Luigi Mascolo, Agostino Napolitano, Alessandro Pagliaro, Giuseppe Piazza.

“La necessità di questo incontro – ha evidenziato Piazza – nasce dal desiderio di noi otto consiglieri comunali di opposizione di confrontarci con i cittadini mondragonesi e con i commercianti, i quali risultano essere i più penalizzati dalla TARES applicata dall’Amministrazione Schiappa. A comportare disagi alla cittadinanza sono stati: l’ aumento del costo del servizio a carico dei contribuenti, l’aumento dello smaltimento dei rifiuti non differenziato di oltre € 30,00/tonnellate, inoltre, il Comune di Mondragone con una delibera approvata in Consiglio Comunale ha determinato che l’aumento del costo del servizio non partiva dal 1° luglio bensì dal 1° gennaio, in questo modo i cittadini si sono trovati a pagare l’aumento del servizio, ma in effetti questo aumento c’è stato solo per i primi 6 mesi”.

Alessandro Pagliaro, ha sottolineato “E’ fondamentale l’unione tra cittadini e istituzioni, in questo caso noi consiglieri di opposizione vogliamo portare avanti questa battaglia con il sostegno, perché no, di un Comitato costituito dai cittadini. Al di là dei colori politici, il legame tra noi consiglieri di minoranza è nato per il bene del paese”.

Luigi Mascolo, ha evidenziato: “Il problema vero e proprio è che la TARES aumenta il peso e la pressione sui cittadini. Le tariffe tares, oltre ad un aumento complessivo del dovuto, hanno distribuito il carico tributario in modo sproporzionato andando a penalizzare il settore economico. Il Sindaco Schiappa troppo impegnato a fare il “ribaltone” con Cennami, non si è preoccupato di verificare e controllare come spalmare i costi. Conseguenze: danno ai commercianti e alle famiglie numerose”.

Gerardo Napolitano, aggiunge: “Noi vorremmo prendere un impegno con voi, subito dopo il Consiglio Comunale che si terrà il 22 di questo mese, ci dobbiamo rivedere per un incontro operativo. Il Sindaco di un paese ha il dovere morale di interloquire con il proprio popolo. Schiappa accusa coloro che lo hanno preceduto abbandonando quello che è il senso di responsabilità. Tutti insieme dovevamo decidere la tariffa da adottare”.

Dall’incontro è emerso il malcontento da parte dei cittadini che hanno avanzato pareri e proposte.

Questo tipo di iniziative sono fondamentali, perché avvicinano il cittadino alle istituzioni, creando un rapporto più diretto e immediato e soprattutto più partecipato, che poi è il sale del funzionamento democratico di un paese.

 

 

Ada Marcella Panetta

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.