Matteo Renzi- “Andremo a Castel Volturno per evitare i ghetti, ripartiamo da lì”

il tweet di Matteo Renzi: “La prima telefonata da segretario l’ho fatta a Dimitri Russo. Andremo a Castel Volturno per evitare i ghetti, ripartiamo da lì”
Alla Direzione nazionale del PD, dopo aver parlato di Obama… il rieletto segretario del PD, Matteo Renzi… parla di Castel Volturno, di voler venire in questa città e dal sindaco Dimitri Russo per ripartire dalle periferie più degradate, e dove il PD vuole iniziare a fare politica.
Tutto ciò merita una riflessione approfondita  e non certo discorsi approssimativi o peggio di parte.

Matteo Renzi NON ha bisogno di venire a fare “passerella” nel nostro territorio per avere visibilità o fare voti, siamo realisti, siamo una piccola comunità dove se lo votassimo tutti gli aventi diritti al voto, non avrebbe più di 15.000 voti… e a cosa gli servirebbero in un contesto nazionale? A nulla!
Ma allora perchè Castel Volturno? Forse perchè è l’unico comune che si è presentato con il simbolo del PD ed ha vinto le elezioni (al ballottaggio) contro un feudo storico di Forza Italia? Nemmeno!

Matteo è un politico esperto e navigato, sottovalutarlo è un errore gravissimo, e sicuramente non avranno inciso i “sussurri” di qualche parlamentare locale, che poi nemmeno sostenevano Renzi nelle primarie. Nemmeno i voti espressi dai militanti di  Castel Volturno, sotto i 200 appena in un comune a guida PD.

Allora le ipotesi vanno fatte con calma… e con tutta l’attenzione possibile, e ad ampio raggio, agendo anche un poco di fantasia…

Premesso che la situazione generale di Castel Volturno non è difficile, ma disperata stando alla relazione che Il sindaco  Dimitri Russo ha inviato al governo centrale e che allego in PDF ma che sicuramente conoscerete : Relazione su Castel Volturno pertanto chi è conoscitore della politica sa bene che esistono leggi e programmi dove con tutta la buona volontà anche dello stesso Renzi , i miracoli non li fa nessuno.

Si spera nell’interesse generale che ci sia un confronto aperto con la città e che ci siano progetti in essere che lo stesso Matteo Renzi possa sostenere, importante però e far emergere anche la parte sana, quella positiva ed imprenditoriale e che non  ci siano interventi tampone e con qualche finanziamento per la solita integrazione che non danno risultati reali. Dobbiamo avere la possibilità di essere riconosciuti come comune di 50.000 abitanti, come fece la vecchia DC con i terremotati del ’80, unicamente con maggiori rimesse governative sarà possibile almeno pareggiare un bilancio che continua ad essere passivo per 4 milioni all’anno più un dissesto(fallimento) dichiarato di 50 milioni.

La possibilità di essere dichiarata zona franca per almeno 5 anni ed ottenere dalla regione un ristoro per il danno ambientale provocato dall’inquinamento dei Regi Lagni.

Essere inseriti nei progetti regionali per i trasporti, avere degli esperti nazionali distaccati per programmare il futuro di un territorio con le sue complessità anche geografiche più omogenea alla nascente area metropolitana di Napoli che come appendice casertana da sempre dimenticata (appeno il 5% ) dei finanziamenti regionali destinati al nostro territorio negli ultimi 50 anni.

Dare la possibilità con finanziamenti mirati di creare lavoro attraverso la Volturno Multiutility, 100×100 pubblica e farne una multi-servizi in house   per la gestione totale dei servizi esterni, avendo personale disponibile e professionalità.
Esempio: gestione del servizio rifiuti su 25 milioni di euro in 5 anni diamo il 10% per la gestione ed il 7% di utili dell’azienda alla società che fornisce il servizio, per un totale del 17% in soldoni : € 4,25 milioni di euro . Si,  assurdo …. oltre  quattromilioni di euro che comprando noi i mezzi con finanziamenti agevolati e l’aiuto del governo centrale potremmo dare lavoro a tanti giovani e migliorare il tutto.

Ma potrei scrivere per ore,di idee  suggerimenti, ma ci sono persone più competenti del sottoscritto che sicuramente sapranno fare meglio e con più approfondimento, ma il necessario che le scelte NON passino sulla testa dei cittadini e della comunità.

Non vorremmo trovarci con un immaginario piano di recupero dei ghetti (giustamente così ci ha  descritto Renzi) con ulteriori insediamenti di profughi, come  suggerito da qualche esponente del PD nazionale : “Castel Volturno potrebbe essere la più bella realtà multietnica in Italia”…
Credo che i cittadini di questa città meritano rispetto e fatti concreti ma attraverso progetti funzionali e mirati sul territorio di “esperimenti” non abbiamo nessun bisogno.

Siamo vicini all’amministrazione perchè è un occasione storica che non può essere minimamente sciupata per liti da comari, o peggio da autoritarismo e settarismo partitico. Vero è che Matteo Renzi viene come segretario di partito ma che dimostri di essere un VERO democratico sapendo ascoltare i cittadini.

Siamo una comunità che pian piano sta riuscendo a crearsi un identità anche fuori dal Centro storico, ci sono tanti imprenditori giovani e preparati che sicuramente sapranno valutare proposte e contenuti se ci saranno, il necessario e farsi trovare preparati e non mettersi a recitare il rosario delle lagnanze.

Benvenuto a Renzi, in attesa di altri leader nazionali …

Tommaso Morlando

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.