Mai più smettere di fumare

 15273_15273_uruguay_0_599x299_1_460x230

La più grande multinazionale del tabacco, Philip Morris, ha denunciato l’Uruguay perché ha delle leggi anti-fumo troppo efficaci! E se vincerà potrà chiedere l’annullamento di leggi simili in tutto il mondo, inclusa l’Italia. Avaaz assumerà avvocati di livello mondiale per rappresentare in tribunale il nostro diritto alla salute. Clicca per aggiungere il tuo nome alla richiesta ai giudici:

FIRMA LA PETIZIONE
Cari avaaziani,Philip Morris, la più grande multinazionle del tabacco, ha avviato una guerra legale contro le norme anti-fumo dell’Uruguay, tra le migliori al mondo, e ha buone possibilità di vincere, se non diamo una mano nel processo.È pazzesco che una multinazionale possa far annullare leggi che proteggono la salute dei cittadini. Per questo vogliamo partecipare al processo a difesa dell’Uruguay,assumendo un team con i più bravi avvocati al mondo per rappresentare gli interessi di noi cittadini.

Ai giudici del tribunale dobbiamo far capire una cosa: non stanno giudicando l’Uruguay, la sentenza avrà effetti in tutto il mondo. Le multinazionali sono già pronte a portare in tribunale altri 4 paesi, e molti altri, inclusa l’Italia hanno leggi anti-fumo che potrebbero presto entrare nel loro mirino.

Per questo dobbiamo agire rapidamente: il caso è già arrivato in tribunale. Firma ora per aggiungere il tuo nome a quello dei cittadini in tutto il mondo che i nostri avvocati rappresenteranno in tribunale:

https://secure.avaaz.org/it/uruguay_vs_big_tobacco_loc/?bjPFPgb&v=56840

L’Uruguay ha deciso che l’80% dei pacchetti di sigarette sia ricoperto da avvertenze mediche e immagini esplicite. E grazie a queste norme il consumo si è quasi dimezzato dopo che aveva raggiunto livelli record, con quasi 7 morti al giorno a causa del fumo. Un successo per i cittadini, ma un incubo per Philip Morris che ora sostiene che le etichette con le avvertenze non lascerebbero più spazio per il suo logo.

In realtà tutto fa parte di una strategia globale di Philip Morris che vuole intimidire i paesi che si spingono troppo avanti con le leggi anti-fumo. Ha già avviato un’altra causa milionaria contro l’Australia e se ora vincerà contro l’Uruguay, potrebbe portare in tribunale centinaia di altri paesi, a partire da Francia, Norvegia, Nuova Zelanda e Finlandia che stanno tutte considerando nuove e più severe leggi anti-fumo, fino ad arrivare all’Italia.

Gli esperti purtroppo dicono che Philip Morris ha buone possibilità di vincere poiché questo tribunale internazionale lavora a porte chiuse, e l’anno scorso nei due terzi dei casi le sentenze sono state a favore delle multinazionali. E la sentenza sarà vincolante, nonostante molti dei giudici siano cittadini con forti legami con le aziende e non giuristi imparziali. Solo una forte pressione pubblica globale li può spingere a considerare gli effetti devastanti la loro vittoria di Philip Morris avrebbe nel mondo.

L’Uruguay ha il suo team legale, che si sta concentrando nel difendere i diritti del Paese. Noi possiamo inviare un team e una memoria legale a loro sostegno per dimostrare quanto questa decisione diventerà un precedente per tutti i paesi, inclusa l’Italia, che hanno leggi contro il fumo e partecipano a simili trattati commerciali. Inoltre possiamo far capire che che l’opinione pubblica mondiale sosterrà il tribunale se invece daranno ragione all’Uruguay e alla protezione della salute dei cittadini.

Più saremo a firmare, più sarà difficile sarà per il tribunale ignorarci. Clicca sotto per unirti alla richiesta e poi condividi con tutti questa email:

https://secure.avaaz.org/it/uruguay_vs_big_tobacco_loc/?bjPFPgb&v=56840

Quando le grandi multinazionali lanciano attacchi mortali ai nostri beni pubblici, la nostra comunità è sempre entrata in azione: da Monsanto ad H&M, abbiamo fatto in modo che i profitti non venissero prima delle persone. Questa è la nostra possibilità di farlo di nuovo, per tutti noi.Con speranza,Emma, Maria Paz, Katie, Mais, Alice, Ricken, Risalat e tutto il team di Avaaz

ULTERIORI INFORMAZIONI

La guerra del fumo: disfida tra Philip Morris e Uruguay (Il Sole 24 Ore)
http://www.sanita.ilsole24ore.com/art/commenti/2014-10-21/guerra-fumo-disfida-philip-162118.php?uuid=Abw5ppWK

Tabacco, l’Uruguay contro la Philip Morris e i tumori al polmone (Il Fatto Quotidiano)
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/24/tabacco-luruguay-contro-la-philip-morris-e-i-tumori-al-polmone/960425/

Il trattato che minaccia la democrazia (Internazionale)
http://www.internazionale.it/opinione/george-monbiot/2014/11/13/il-trattato-che-minaccia-la-democrazia

Ttip, valanga di proteste su meccanismo risoluzione controversie minaccia accordo (EuNews)
http://www.eunews.it/2015/01/13/ttip-accordo/28377



Avaaz.org è un movimento globale con oltre 41 milioni di membri,
che promuove campagne far valere la voce dei cittadini nelle stanze della politica di tutto il mondo (Avaaz significa “voce” in molte lingue). I membri di Avaaz vivono in ogni nazione del mondo; il nostro team è sparso in 18 paesi distribuiti in 6 continenti e opera in 17 lingue. Clicca qui per conoscere le nostre campagne più importanti, oppure seguici su Facebook o Twitter.