Luigi Di Maio

Immigrazione: l’ Europa è ad un bivio.

unnamed

L’Ungheria ha appena sospeso il Regolamento di Dublino. Proprio l’altro giorno ho incontrato il Vice Presidente della Camera Ungherese Hiller, che mi raccontava come la situazione fosse diventata insostenibile http://goo.gl/i1Rntk
I trattati sono validi se tra i Paesi che li stipulano ci sono condizioni di parità. Qui non c’è più nessuna parità: i Paesi alla frontiera dell’Ue, sono diventati una grande pentola a pressione.
Non è più possibile che l’Italia si faccia carico di tutti gli stranieri che mettono piede sul suo territorio. I Paesi Europei devono contribuire alla gestione e agli eventuali rimpatri, prendendosi una buona quota degli immigrati che hanno messo piede su suolo italiano, ungherese, greco e spagnolo.
Se non lo faranno, allora sarà l’Unione Europea ad assumersi la responsabilità del ripristino delle vecchie frontiere, dell’edificazione di nuovi muri e della sospensione di trattati ormai iniqui.

ELETTORI PD SOTTO SHOCK

unnamed (1)

Ieri è  arrestato l’Assessore alle attività produttive PD della Regione Molise. A Scarabeo, esponente del Partito Democratico, sono contestati i reati di frode fiscale e truffa. E’ l’ennesimo arresto di un esponente PD a giugno 2015.
In questi giorni gli elettori del Pd sono sotto shock per la raffica di arresti che sta coinvolgendo il partito che hanno sempre votato. La storia di Berlinguer e della questione morale è stata calpestata da ladri di polli che farebbero qualsiasi cosa pur di intascare i soldi delle nostre tasse.
Ho amici che votavano Pd fino a qualche mese fa e mi hanno comunicato tutto il loro disgusto.
Io credo che il Pd abbia al suo interno ancora persone oneste, ma credo che non sia più un partito in grado di amministrare serenamente e legalmente l’Italia. Ha troppe infiltrazioni al suo interno per avere ancora la fiducia della gente onesta e soprattutto la libertà d’azione politica.
Per amministrare la cosa pubblica serve libertà. I vertici del Pd invece non sanno più distinguere i buoni dai cattivi e allontanarli preventivamente. Forse perché anche i vertici sono infiltrati dal malaffare.
Il Movimento 5 Stelle è l’unica forza politica a non essere stata coinvolta in alcuno scandalo di corruzione. A coloro che sono sotto shock in questo momento, chiedo di iniziare insieme un cammino: senza la legalità i programmi politici – anche i più belli – non hanno alcun senso.
Costruiamo insieme questo Paese, facciamolo su solide fondamenta. Non si può più dividere le forze politiche in destra o sinistra. Ma in oneste o approfittartici.
Se vogliamo confrontarci sul tema scriviamoci a dimaio_luigi@camera.it e parliamo serenamente.