L’on Massimiliano Manfredi alle primarie del PD sostiene Matteo Renzi

Con questo messaggio l’On. Massimiliano Manfredi annuncia il suo voto alle primarie del Partito Democratico:

L’on Massimiliano Manfredi

“Domenica 30 aprile, saremo chiamati a votare per le elezioni primarie per la scelta del nostro segretario nazionale e dei membri dell’Assemblea Nazionale.

Sarà una grande festa democratica e di partecipazione e l’occasione per dare una risposta significativa  ad un populismo violento, bugiardo e manipolativo.
Le primarie del PD per la scelta della sua classe dirigente sono un esempio di pura democrazia, di straordinaria partecipazione dal basso, che ha pochi esempi nelle altre democrazie europee.

Voterò per Matteo Renzi e per i candidati all’Assemblea Nazionale a suo sostegno, perché non possiamo ritornare indietro e dobbiamo riaffermare quelle idee e quei principi per cui il PD è nato.

Il 30 aprile abbiamo un’unica speranza per dare un futuro a questo nostro amato Paese. Ripartiamo da Matteo Renzi. Ripartiamo dalle moltissime cose buone che abbiamo fatto, ammettendo come bene ha fatto Matteo Renzi che abbiamo sbagliato a personalizzare il referendum costituzionale.

Questo Paese ha bisogno di continuare a credere nelle riforme. Questo Paese ha bisogno di avere una classe dirigente non un manipoli di urlatori. Ad urlare un vaffa ci vogliono due secondi a costruire soluzioni ci vuole impegno quotidiano, lavoro, studio, creatività. Noi ci siamo .

Noi facciamo scegliere la classe dirigente dal nostro popolo non dal “sacro blog”.

W IL PD W L’ITALIA”

About fulvio mele

Fulvio Mele: Ventenne Giornalista Pubblicista da Marzo 2016 e Vicedirettore di Informare da Giugno dello stesso anno. Diplomatosi al Liceo Scientifico R. Caccioppoli di Napoli. Laureando in Sociologia (scienze sociali) presso la Facoltà della Federico II. Entra nell'associazione "Officina Volturno" nell'agosto 2013. Esordisce come giornalista nel mensile di ottobre 2013, scrivendo una rubrica sui libri, "Leggi che ti passa". "Credo che per essere giornalista bisogna essere curioso e andare oltre le cose; credo che la notizia non si crea ma la si racconta entrandoci dentro, aprendola dall'interno; credo che un vero giornalista scrive di emozioni e di storie, soprattutto dà voce a chi voce non ne ha ; credo che essere giornalista sia uno stile di vita"