Benitez: “La priorità è il campionato. Dobbiamo migliorare nell’approccio, nella mentalità e nell’atteggiamento. Lanciamo un messaggio positivo e temerario alle avversarie. Fernandez mi piace tantissimo, Mesto rinnoverà il contratto”

1911753_10202329383948924_4077239_n

 

 

Alle ore 12:30 inizierà la conferenza stampa di Rafa Benitez, alla vigilia col Sassuolo, neo squadra dell’ex capitano azzurro Cannavaro.

Segui il LIVE qui su informareonline.com!

12:30: arrivo di Rafa Benitez in sala stampa.

SKY- IEri Mazzarri ha detto calcisticamente che De Laurentiis è ancora innamorato di lui, mica lei è geloso?

Non mi interessa di quel che dicono i miei colleghi. Io devo pensare al mio lavoro.

Maradona ambasciatore di Napoli, che ne pensa?

Non è qualcosa che tocca a me interessarmene. Preferisco parlare del Sassuolo.

Col Sassuolo all’andata ci fu il primo calo di tensione della squadra. Teme che possa ricapitare?

C’è bisogno di concentrazione, mentalità, atteggiamento giusto e la partita con la Roma alza l’autostima di tutti.

MEDIASET- Il Napoli ha perso 7 punti con le medio-piccole. Crede che in queste partite il problema è di natura tattica o da un punto di vista mentale?

Ogni partita è diversa. Credo che parliamo di squadre che lavorano bene nella fase difensiva ma giocando con squadre simili comunque abbiamo vinto. La chiave sta nell’avere fiducia in se stessi e nella mentalità e nell’atteggiamento. 

Mister, lei è soddisfatto del suo lavoro finora?

Si ma credo che bisogna continuare a lavorare e il bilancio si fa alla fine.

GdS- Il Napoli deve fare il salto di qualità sull’approccio della partita?

Bisogna sicuramente migliorare in intensità ed aggressività. Quando ho parlato con i ragazzi oggi gli ho detto che bisogna puntare ad arrivare al secondo posto.

Corriere del Mezzogiorno- Dove deve migliorare il suo Napoli?

L’allenatore è l’eterno insoddisfatto perchè vuole sempre migliorare. Con la Roma è stata una partita bellissima ma bisogna fare meglio soprattutto in fase difensiva. Anche in ripartenza possiamo fare qualcosa in più.

Radio Kiss Kiss- E’ possibile immaginare per domani una coppia Behrami- Dzemaili oppure immaginare Henrique dal primo minuto?

La questione di Henrique è una questione di tempo. Il ragazzo avrò lo stesso trattamento di Ghoulam: integrarsi gradualmente. 

Al campionato che segnale ha lanciato il Napoli con questo buon periodo di forma?

E’ sicuramente un messaggio positivo, dimostrando una mentalità, un aspetto fisico nettamente migliorati. E dobbiamo continuare a dimostrarlo da qui alla fine di stare bene e continuare su questa strada.

Canale 8- Sono gli interpreti che cambiano il gioco, quando mancano loro si riscontrano delle difficoltà al di là del modulo.

Se i ragazzi giocano bene lasciamoli continuare così che sono bravi loro e non io.

+N Tv- Quali sono le priorità tra i tre fronti?

Il campionato. è l’obiettivo principale: la qualificazione in Champions. Poi andiamo avanti in Europa League ma ora il Sassuolo è la priorità.

LTV- Ci sono grandi prove di maturità da affrontare. Cosa ha detto ai ragazzi?

Si siamo arrivati ad un punto che bisogna dimostrare in campo la nostra maturità. 

Hai sempre creduto in Callejon, ma davvero ti aspettavi che raggiungesse i 15 gol?

Sicuramente. Ho parlato anche con lo staff della Nazionale spagnola e mi è stato detto che lo tengono particolarmente d’occhio.

Ansa- Reina e Behrami li possiamo vedere domani in campo?

Reina ha fatto lavoro differenziato. Behrami si sente sempre pronto.

Ci dice un po’ di Mesto e come sta?

A Mesto offrimmo un nuovo contratto e la prossima settimana si può firmare il rinnovo. Sta riprendendo a riscaldarsi con la palla ed è un professionista al 110% ed è sempre concentrato.

Pianeta Napoli- Finalmente un gol da calcio d’angolo, quello con la Roma… Ci esprima un giudizio su Fernandez. Inoltre per la cessione di Vargas era d’accordo con la cessione al Valencia?

Noi lavoriamo con la palla inattiva ogni settimana ma abbiamo una gran percentuale e il gol di Higuain è frutto di un nostro schema. Fernadez ha un prezzo e se lo compariamo con altri giocatori che sono stati pagati il doppio, il terzo. Lui ascolta e vuole imparare e migliorare: è una cosa che a me piace tantissimo. Ha dimostrato personalità e sta crescendo tantissimo. Per quanto riguarda Vargas, io conosco il suo procuratore e sappiamo qual è la sua idea e che voleva fare: il Mondiale è un punto di riferimento. A me il giocatore piace e ha molta qualità ma giocare davanti ai presenti che ci ritroviamo in rosa non sarebbe stato facile. 

Ore 12:55, finisce la conferenza stampa con Benitez che scherza su una domanda postagli improvvisamente da un giornalista, il quale chiedendogli “Gioca Rafael?” lo spagnolo risponde con un simpatico “Non so niente”.

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!