L’Italia è un paese meraviglioso, dalla Lazio a manager di una barberia


L’Italia è un paese meraviglioso. Dalla Lazio a manager di una barberia
Andrea Langiotti

(…) “Quando mercoledì pomeriggio, era la gara di ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia contro il Cesena, ha visto quel pallone rimbalzargli tra i piedi al limite dell’area, non ci ha pensato su due volte e lo ha colpito con tutta la rabbia che può avere un giocatore che da inizio stagione soffre in panchina. Quando ha visto il pallone rotolare in porta alle spalle del portiere avversario deve aver pensato che una giustizia c’è, e che finalmente il suo momento era arrivato. Ha segnato il gol del 3-1, quello che poteva portare la Lazio ai supplementari. Poi ci ha pensato Perugini a regalare la qualificazione ai suoi, ed è stato meglio così. Lui è L’Italia è un paese meraviglioso- Dalla Lazio calcio a Manager di una Barberia…Andrea Langiotti, classe ’87, da cinque anni alla Lazio, alla ricerca di uno spazio tutto suo in questa Primavera così ricca di talenti. Anche mercoledì, con la Lazio che doveva fare a meno di dieci giocatori, è partito dalla panchina. Un punto di partenza scomodo per chi, come lui, è sempre stato abituato a giocare ed a segnare con la Lazio. Un punto di partenza che non gli ha impedito di dimostrare che, nel momento del bisogno, su di lui si può sempre contare.”

Andrea Langiotti , ha continuato a giocare a calcio, diventando professionista in serie C con la Viterbese e poi altre squadre… ma oggi a trent’anni è un manager in una barberia di Itri.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.



Di questa barberia creata dal genio di un “maestro” come Maurizio Saccoccio, ne ha scritto il nostro Claudio Ialongo nel numero di questo mese d’Informare, facendo emergere una vera “eccellenza” del nostro artigianato e della maestria italiana.  http://informareonline.com/maurizio-saccoccio/

Quest’articolo mi ha colpito, ero un pochino diffidente, pertanto ho voluto verificare di persona recandomi ad Itri, piccolo centro in provincia di Latina, e constatare se Claudio non avesse esagerato nella descrizione e magari trovarmi di fronte ad una piccola “leggenda” paesana.
.
Da premettere che il mio barbiere di fiducia è Intemerato Costantino, un’altra “eccellenza” campana, maestro e campione del MONDO, oltre ad essere curatore personale della cresta di Marek Hamsik e di altri calciatori del Napoli.

Dopo varie telefonate e superato liste d’attesa di settimane, solo perché si era liberato un posto e perché avevo spiegato di non essere del luogo, vado, in incognito, a fare questa esperienza.

Vengo ricevuto da un giovane con una lunga barba, ma curatissima e ben vestito (le foto che allego lo dimostreranno in modo inequivocabile) e a tema con tutto l’ambiente circostante, tipico di quelle barberie sparse nel mondo che si vedono in TV nella pubblicità della Proraso.

Chiedo di Maurizio Saccoccio, e si presenta invece Andrea, attuale manager della Barberia. Maurizio per scelta di vita lavora ad Oslo e ritornerà solo per una settimana a luglio, quel punto cosa Faccio? Andrea nonostante il barbone, ispira fiducia, ha uno sguardo trasparente, ed è molto educato…mi fido.

Il taglio dei capelli, accurato, preciso quasi maniacale, ma a sorprendermi maggiormente è il modo di curare la barba ed il mio pizzetto trova finalmente una sua logica. Senza esagerare ma non ho mai fatto una barba così …

Claudio Ialongo ha dato la giusta lettura della  professionalità e la bravura di questo staff che resta di altissimo livello e di commerciale non c’è quasi nulla, visto che il posto a sedere è uno solo, per dare la massima attenzione ad un solo cliente.

Alla fine mi sono fatto riconoscere e ringraziato per l’accoglienza, ripromettendoci di rivederci al ritorno di Maurizio…

Le considerazioni: un apprezzamento a questi giovani che si mettono in discussione, con caparbietà, costanza e sacrifici e partendo da un piccolo centro si impongono all’estero e creano lavoro sul territorio. Questa è la migliore Italia, quella che ha insegnato tantissime cose al mondo intero, con artisti e artigiani straordinari che non temono le sfide e recuperando antichi mestieri, appresi nelle tante botteghe di cui ancora e ricca l’Italia vincono le sfide del terzo millennio, qualche politico potrebbe iniziare ad immaginare in che modo sostenere queste realtà che purtroppo trovano sempre più difficoltà a resistere in un economia globale che non ha ne tradizioni e ne storia da conservare.

Andrea, merita una nota a parte, anche lui è un esempio, nonostante sia arrivato al professionismo nel calcio, ha imparato un arte, che con maestria conduce in modo eccellente e che gli darà grandi soddisfazioni visto che rappresentano un modello ed uno stile.

Ad Maiora semper

Tommaso Morlando
Direttore editoriale Informare
direttore@informareonline.com

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.