L’Europa contro la camorra, arriva a Casal di Principe Georges Dassis, il presidente del C. E. S. E.

E’ cominciata da Casal di Principe la tre giorni Campana di Georges Dassis, il Presidente del Comitato Economico Sociale Europeo, con lo scopo di  testimoniare il pieno sostegno dell’Europa alla società civile campana impegnata nella lotta al crimine organizzato. Dassis ha iniziato la sua visita ufficiale questa mattina nel Municipio di Casal di Principe ove è stato ricevuto dal Sindaco, Renato Natale. Nella sala consiliare, ha poi incontrato i rappresentanti sindacali casertani di Cgil Cisl e Uil, il Presidente della Camera di Commercio, Tommaso De Simone, rappresentanti di Confindustria, la parlamentare del Pd, Camilla Sgambato e i consiglieri comunali di Casal di Principe, giovani studenti e rappresentati del Forum dei giovani.

La visita di Georges Dassis, che dura tre giorni dal 15 al 17 giugno, prevede anche l’incontro con tutte le università della Campania a Caserta, presso la facoltà di scienze politiche. Nel pomeriggio ha presenziato all’inaugurazione di un asilo nido in un bene confiscato a Casal di Principe. Di seguito ha fatto tappa presso Casa Don Diana, dove nell’ambito del Festival dell’Impegno Civile, ha partecipato ad un  workshop sull’Europa con i giovani, le scuole, le associazioni e le cooperative del territorio sul tema “Lotta al crimine organizzato. L’Unione Europea C’E’ ”. Durante questo incontro hanno preso la parola il vice coordinatore del Comitato Don Peppe che ha fatto gli onori di casa, ha poi preso la parola il Sindaco Renato Natale il quale con una vena di richiamo ha precisato che a Casal di Principe è terminato il periodo della lotta ora bisogna incominciare a progettare e costruire per il futuro dei giovani. L’ultimo intervento è stato di Georges Dassis il quale ha dichiarato di essere commosso ed emozionato di trovarsi in un bene confiscato alla camorra dove sono affisse le fotografie di tante vittime innocenti delle mafie. Ha precisato di non essere un politico e per quanto di sua possibilità vista la carica che ricopre si impegnerà al massimo per portare avanti dei progetti sui beni confiscati.

La visita di Georges Dassis si concluderà a Napoli domani, presso l’Unione Camere e a seguire parteciperà all’inaugurazione del III Master in “Analisi dei fenomeni di criminalità organizzata e strategie di riutilizzo sociale dei beni confiscati” (dipartimento di Scienze politiche dell’Università Federico II), con la presenza di Don Luigi Ciotti, presidente di Libera.

di Antonino Calopresti

calopresti.antonino@libero.it