LEUCIANA SUMMER FESTIVAL dal 24 al 30 luglio

Il maestro Giovanni Allevi che aprirà il Leuciana Summer Festival 2014Raffaele Raimondo

cronista free lance

e-mail: raffaeleraimondo1@virgilio.it                             del 24 giugno 2014

 

Dal 24 al 30 luglio, big al Belvedere e uno “spazio aperto” all’arte e alla bellezza

CASERTA: 15° “LEUCIANA SUMMER FESTIVAL”, VARATO IL PROGETTO

                Concerti gratuiti di Allevi, Carboni, Ruggeri, Noemi, Ron, Bersani, Avion Travel

                 

 

CASERTA (Raffaele Raimondo) – Ieri, 23 giugno, è stato approvato e trasmesso alla Regione Campania, per il definitivo nulla-osta, l’atto della Giunta comunale casertana recante il progetto dettagliato della prossima, attesissima edizione del “Leuciana Summer Festival”, in programma dal 24 al 30 luglio al Belvedere di San Leucio. Così l’incantevole Sito, che è patrimonio mondiale dell’Unesco, fra poche settimane si riproporrà come “straordinario palcoscenico di una delle Rassegne più importanti in ambito regionale, con un cartellone di assoluto prestigio, ricco di concerti, eventi, incontri e momenti di formazione”. Un’installazione artistica “di accoglienza” valorizzerà lo scenario architettonico all’interno del quale sarà attivata una “International Violin Summer School” diretta dal maestro di fama mondiale, JanDobrzelewski. In parallelo, si susseguiranno, per sette serate, concerti “gratuiti” (sarà previsto solo un prezzo simbolico per l’assegnazione del posto numerato), tutti con inizio alle ore 21 e che vedranno protagonisti alcuni  grandi del panorama musicale italiano: Giovanni Allevi (24 luglio), Luca Carboni (25), Enrico Ruggeri (26), Noemi (27), Ron (28), Samuele Bersani (29) e Avion Travel (30 luglio). Inoltre, suoni a corte, canti popolari, ritmi della tradizione ed ancora giochi di luce, videoproiezioni, interazioni diurne e notturne arricchiranno ancor più l’offerta ricreativa culturalmente solida di una Rassegna che intende allungare il passo e rilanciare, nel segno della sua storia, lo sguardo al futuro. Questi i dichiarati obiettivi e gli step del 15° “Leuciana Summer Festival” ideato dal sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio, dall’assessore al ramo, Pasquale Napoletano, e dal direttore artistico della kermesse, Donato Tartaglione. “Quest’anno il Festival mira ad incrementare la presenza del pubblico al Belvedere di San Leucio – ha spiegato il sindaco Del Gaudio – con la novità della “Summer School” affidata al direttore del Conservatorio svizzero di Sion. Trenta giovani violinisti, provenienti dalla Campania e da tutta Italia, avranno il privilegio di partecipare (su audizione curata direttamente dal maestro) ad un ciclo di lezioni quotidiane, al termine delle quali Dobrzelewski premierà i tre allievi più meritevoli, coinvolgendoli in un originale contest che lo vedrà anche protagonista. Tutto gratuitamente, come i concerti che ogni sera trasformeranno il Cortile dei Serici in una sorprendente cassa armonica. Ad arricchire la proposta contribuiranno le attività di accoglienza pensate per i ‘pre-show’ e che accompagneranno il pubblico fino ai concerti dei big”, sicché i visitatori potranno divagarsi a San Leucio, fra iniziative ed attrazioni continue, dalle 15 alle 23. “Il ritorno del ‘Leuciana Summer Festival’ – ha commentato a sua volta l’assessore Napoletano – è un ulteriore segno di valorizzazione del magico luogo che, da sempre, è il Belvedere, più che mai fiore all’occhiello della nostra offerta turistica, ma anche dei palcoscenici italiani di grande richiamo. Il cartellone pianificato sarà per la nostra città fertile occasione per riaprire importanti collaborazioni coi media nazionali, facendo buona stampa e offrendo un’ottima vetrina a chi sa e vuole fare accoglienza come strumento di sviluppo e rilancio”. Nelle parole del direttore artistico, chiaro il richiamo alla radici di un luogo che si metterà in gioco con tutte le sue forze migliori e con la sua proverbiale attenzione all’ospitalità e all’intrattenimento: “Sono onorato, da leuciano e da artista – ha infatti detto Tartaglione – di essere stato chiamato alla guida di una macchina così prestigiosa che farà del territorio il contenuto saliente dell’intero Festival: una location che saprà parlare e far parlare tutti i linguaggi dell’arte, coinvolgendo e proponendo gli artisti in una sequenza di concerti unici perché ‘acustici’ e pensati quasi esclusivamente per le performances di San Leucio. Chi vi assisterà, potendo farlo con un biglietto simbolico, si tufferà in un’atmosfera magica”.