Legge sull’Autismo, se ne discute a Casal di Principe

Sabato 23 luglio, nell’ambito del Festival dell’Impegno civile si è svolta una tavola rotonda presso il bene confiscato gestito dall’Associazione “La Forza del Silenzio”, con istituzioni, famiglie con persone autistiche, operatori e mondo della sanità.
Restituire dignità ai propri figli e alle comunità a cui appartengono. È questo il tema che ha avuto la ventinovesima tappa del Festival dell’Impegno civile. Difatti ieri, nella mattinata presso il bene confiscato in via Bologna 10, l’Associazione La Forza del Silenzio ha proposto una discussione della legge sull’autismo.
“Il mezzo attraverso cui offrire una vita ‘normale’ ai nostri figli – sottolineano dall’associazione – può essere solo l’applicazione di una legge equa e appropriata, con servizi-interventi specifici e mirati, partendo dal coraggio delle persone, passando per il riutilizzo sociale dei beni confiscati”.
Vincenzo Abate, presidente dell’associazione “La Forza del Silenzio” e referente del coordinamento Campania Aut 2016, ha moderato la discussione a cui hanno partecipato l’europarlamentare Nicola Caputo, i consiglieri regionali Gennaro Oliviero, Vincenzo Picarone e Francesco Moxedano, il direttore Mario De Biasio e Carmine Lauriello dell’Asl di Caserta. Presenti anche il del Sindaco di Casal di Principe, Renato Natale e i referenti degli ambiti di zona, di altri consiglieri regionali e di altri dirigenti dell’Asl. Vi è stata inoltre la partecipazione del coordinamento di Campania Aut 2016, nonché dei professionisti e delle famiglie impegnate nella cooperativa Global Care.