Legambiente Caserta mette in campo la bellezza: “Puliamo il mondo” 2016 a Villetta Padre Pio

“Puliamo il mondo” 2016. Legambiente Caserta mette in campo la bellezza

Anche quest’anno il Circolo di Legambiente Caserta aderisce alla Campagna Nazionale “Puliamo il mondo”, manifestazione annuale di sensibilizzazione al senso civico del decoro, ampliando la partecipazione a due scuole casertane.
L’evento, che vedrà la presenza dell’Ente Comunale casertano e del dott. Giampaolo Parente, Direzione Generale Politiche Agricole, Alimentari e Forestali – Regione Campania , è organizzato per il giorno sabato 01 ottobre 2016, dalle ore 9:30 alle 12:30, presso la villetta “Padre Pio”, di via Settembrini. In questo parco coesistono un frequentatissimo angolo giochi per bambini e un’ampia zona di spazio verde, la quale sarà oggetto dell’operazione di riqualificazione sia sul profilo della pulizia che su quello importantissimo della “bellezza”.
In questo senso, a spese del circolo e con l’autorizzazione del Comune, si provvederà all’abbellimento del parco con la piantumazione di una serie di essenze arboree e arbustive scelte in base alla coerenza estetica del contesto floreale. Una ditta specializzata affiancherà i ragazzi durante l’intervento, i quali avranno in dotazione un kit di Legambiente con l’attrezzatura necessaria.
Ultimamente la villetta è stata oggetto di tentativi di miglioramento, ma ancora non si avverte nessun senso di bellezza. L’abbandono e la scarsa illuminazione amplificano la percezione di un luogo non proprio pulito e anche questo incide sulla scarsa cura dell’ambiente, del paesaggio, del territorio. La nostra associazione invece ha dato e continua a dare grande importanza all’idea del bello, molto al di là della semplice estetica, in quanto coinvolge enormemente quel rapporto che lega gli individui ad un luogo. Già vedere semplicemente uno spazio, un sito pulito incide sul comportamento della persona, sul suo atteggiamento di cura e di attenzione. Se si raggiunge, poi, l’idea che i territori, le piazze, le strade, i parchi, la città, gli spazi verdi appartengono ai cittadini così come le abitazioni private, allora si può cominciare a cambiare davvero in meglio aspetti importanti della vita delle persone. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.