LEGAMBIENTE. AL VIA IL WEEK END DI PULIAMO IL MONDO. IN CAMPANIA OLTRE 20MILA VOLONTARI PER RIPULIRE OLTRE 250 AREE.

di ANTONIO DE FALCO

CAMPANIA. Al via il week end  di Puliamo il Mondo.

Il 23, 24 e 25 settembre la grande iniziativa di volontariato ambientale

organizzata da Legambiente in collaborazione con la Rai

L’impegno civile

di oltre 20 mila volontari

in azione per ripulire 250 aree

L’edizione di quest’anno sarà dedicata all’integrazione e all’abbattimento delle barriere

perché un mondo diverso è possibile solo se lo si costruisce tutti insieme

Tanti gli eventi in tutta la Campania: da Napoli a Salerno, passando per le aree del Parco nazionale del Vesuvio e del Cilento per combattere insieme il degrado e contribuire a spazi urbani più sostenibili, puliti e inclusivi

Parte domani venerdì 23 settembre, con protagonisti gli studenti delle scuole campane, il grande week-end di pulizia di Puliamo il Mondo 2016, la campagna di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente in collaborazione con la Rai e che da 24 anni coinvolge migliaia di volontari per ripulire dai rifiuti spazi urbani e aree verdi. Anche quest’anno saranno tanti gli appuntamenti che dal 23 al 25 settembre uniranno le città di tutta la Regione per una tre giorni all’insegna del senso civico, della socialità e dell’integrazione.

Dalle prime stime in Campania oltre 20 mila i volontari di ogni età, con la tradizionale “divisa” formata da cappello, guanti, pettorina e sacca saranno impegnati nel ripristino ambientale di 250 aree. L’edizione di quest’anno sarà dedicata al tema dell’accoglienza, dell’integrazione e dell’abbattimento delle barriere, con l’obiettivo di “pulire il mondo anche da tutti quei muri” che frenano lo sviluppo dei diritti e la diffusione del benessere per tutti, di ridisegnare insieme nuovi spazi urbani più sostenibili, innovativi e inclusivi e promuovere il dialogo e lo scambio interculturale per creare reti territoriali tra cittadini di ogni età e provenienza. Per questo Puliamo il Mondo coinvolgerà, oltre a tante associazioni presenti sul territorio, anche le comunità dei migranti, i rifugiati politici, le associazioni dedite all’integrazione sociale. Perché un mondo diverso è possibile solo se lo si costruisce insieme.

In Campania in prima fila quest’anno le aziende della Green Economy, tra le quali, Sabox, Sada, Cartesar, la rete delle aziende della carta 100×100 Campania e quelle in prima fila nella produzione agricola di qualità: Terra Orti, Alma Seges e Green Campania. Nel week-end, a testimoniare l’attenzione sempre crescente da parte delle imprese per l’ambiente, armati di guanti e ramazza, ci saranno i dipendenti che saranno a stretto contatto con le comunità locali, i comuni e le associazioni per una Campania Sostenibile.

Protagonisti di questa edizione anche il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Alburni ed il Parco Nazionale del Vesuvio che distribuiranno agli studenti, ai comuni e ai gruppi di volontari i kit di Puliamo il Mondo per interventi che riguarderanno la pulizia di sentieri ed aree ricreative, microdiscariche, fondali marini e corsi d’acqua, boschi.

Domenica 25 settembre è in programma la diretta di Rai Tre Speciale Puliamo il Mondo: appuntamento a Napoli, insieme ai volontari, cittadini, al parroco e alle associazioni del territorio, si ripuliranno vie e zone del quartiere Sanità e si ribadirà l’importanza di azioni di rigenerazione urbana. Proprio in questo rione, che diede i natali a Totò, da diversi anni è in atto una rivoluzione che parte dal basso e che sfida povertà e criminalità offrendo un futuro diverso e migliore a uno dei luoghi simbolo della città partenopea.

A Scampia appuntamenti con il circolo La Gru per una tre giorni che parte domani venerdì 23 settembre con interventi presso l’aiuola dell’Accoglienza e l’aiuola dell’Isola Arturo. Sempre a Napoli appuntamento domenica 25 settembre presso il Real Bosco di Capodimonte per una giornata di iniziative e attività per la sensibilizzazione dei cittadini alla cura e al rispetto del bosco e degli spazi verdi presenti nello storico Parco monumentale con visita guidata agli alberi monumentali e al verde storico del parco, attività musicali con i ragazzi della Scalzabanda, i cittadini e la comunità di migranti presenti nel parco. L’iniziativa organizzata da Legambiente Parco Letterario Vesuvio Onlus e il Museo il Real Bosco di Capodimonte, con la collaborazione dell’assessorato all’Ambiente del Comune di Napoli e la terza municipalità – Stella San Carlo all’Arena.