Le novità fiscali del periodo Convegno al Plaza

ordine-dottori-commercialisti        L’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Caserta ha organizzato per  (domani) venerdì 11 ottobre  il convegno dal titolo “Le novità fiscali del periodo”. L’iniziativa si terrà dalle 15,00 alle 19,30 presso la sala convegni del Plaza ed è organizzata in collaborazione con Unoformat.

 

Dopo i saluti del presidente dell’Ordine Pietro Raucci, la relazione di Paolo Ricci commercialista dell’Ordine di Roma.

Il presidente Raucci spiega che “la continua evoluzione della normativa fiscale obbliga il professionista dell’area economico-giuridicocontabile al costante approfondimento della stessa al fine di fornire una sempre più puntuale e corretta consulenza ai propri clienti. Il convegno si pone, dunque, l’obiettivo di supportare il professionista nell’interpretazione della normativa fiscale permettendo, grazie ad un programma flessibile e tempestivo, un costante allineamento con tutte le novità fiscali e giurisprudenziali del periodo”.

Tra i temi trattati: Il “decreto del fare” e le novità in materia di riscossione, i provvedimenti estivi dell’Agenzia delle Entrate, la difesa dal Redditometro alla luce della circolare 24/E/2013.

 

                                                                                                                             L’Ufficio Stampa

                                                                                                                           Maria Beatrice Crisci

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.