LE ASSOCIAZIONI INCONTRANO IL COMUNE.

Incontro commissariL’ECO della Fascia costiera e l’associazione “Terra dei fuochi” hanno incontrato i commissari e i dirigenti del comune di Giugliano per segnalare problemi ancora irrisolti e proporre soluzioni

 

Giovedì 12 giugno 2014, presso i locali del comune di Giugliano in Campania, si è tenuto un incontro straordinario per discutere dell’annosa  e, a quanto pare irrisolvibile visti gli scarsi risultati ottenuti, questione dei “roghi tossici” al quale hanno partecipato il prefetto Cafagna, da due anni commissario straordinario per i roghi in Campania, i commissari prefettizi e alcuni dirigenti del comune di Giugliano e le associazioni territoriali tra cui “La terra dei fuochi ” e “L’E.C.O. della fascia costiera.

L’E.C.O ha ribadito la gravità della situazione resa tale dalla difficoltà di segnalazione dei roghi agli organi competenti, causa prima che compromette la tempestività degli interventi e, di conseguenza, inficia l’intera politica di repressione del fenomeno.

I membri delle associazioni hanno segnalato anche l’aumento degli stessi roghi, aumento peraltro prevedibile con la bella stagione che rende certamente più semplice il lavoro di questi criminali privi di scrupoli. La maggior parte dei roghi è causata non solo dal contestuale accumulo di rifiuti e dal loro incendio ma anche, e soprattutto, dai cumuli ancora presenti sul territorio nelle stesse zone peraltro già segnalate dalle associazioni in occasione del D-Day del 16/17/18 maggio scorso.

Anche per andare al di là della semplice ma necessaria denuncia, i volontari dell’ECO della Fascia costiera hanno dato la loro piena disponibilità a collaborare con gli organi competenti al fine di debellare lo sversamento abusivo, con conseguente rogo, attraverso la sensibilizzazione e l’informazione della popolazione.

Altro argomento proposto all’attenzione delle istituzioni è stato la mancata raccolta dei rifiuti presso i campi rom, il che crea situazioni di pericolo sanitario evidentissimo ed evitabile con la continuità del servizio di raccolta. A questo proposito è stato proposto, per una maggiore completezza dei dati, che tali rifiuti non vengano computati nel calcolo della raccolta differenziata. Si è posto inoltre l’accento sul fatto che in un area grande 94 kmq, quale quella del comune di Giugliano, non ci sia un presidio dei VVFF e che la fascia costiera sia completamente abbandonata a se stessa essendo quasi del tutto priva di controlli sul territorio per la totale assenza della polizia municipale e delle altre forze dell’ordine.

A supporto delle richieste avanzate all’amministrazione, l’ECO della Fascia costiera, sempre in occasione dell’incontro, ha protocollato presso l’ufficio protocollo del comune di Giugliano le centinaia firme raccolte per la petizione a favore della chiusura di via vicinale Pacchianella, nota discarica a cielo aperto di rifiuti speciali e non.

In attesa di una risposta positiva da parte dell’amministrazione giuglianese, l’E.C.O. della Fascia costiera invita la cittadinanza di Lago Patria, Varcaturo e Licola a partecipare all’incontro pubblico con i Commissari che si terrà giovedì 19 giugno alle ore 15.00 presso i locali del IV circolo di Varcaturo, in occasione del quale i commissari illustreranno i risultati raggiunti ad un anno dall’insediamento e le iniziative programmate per i prossimi mesi. I cittadini potranno formulare domande e proposte in un incontro ravvicinato che mai fino ad ora si era verificato a Giugliano e il cui merito va senz’altro alla caparbietà delle associazioni e, perché non riconoscerlo, anche alla sensibilità dei commissari sul tema del dialogo e del confronto.