Le Antiche Terme di Stabiae

Hanno riaperto le Antiche Terme di Castellammare di Stabia. La lunga attesa durata decenni è finalmente questa mattina, quando i cancelli si sono riaperti alla città e ai tanti turisti che potranno assaggiare le acque dell’ex chiusa Vanacore.

In tutto saranno 9 le fonti che si potranno bere: Ferrata, Magnesiaca, Solfurea, Solfurea Ferrata, Media, San Vincenzo, Acidula, Solfurea Carbonica, Muraglione. Si pagherà un biglietto di ingresso di 8 euro per i non residenti e 4 per gli stabiesi, le Terme saranno aperte dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 18.00 alle 21.00.

Inaugurate nel 1836, sono state riqualificate nel 2007 e utilizzate solo per alcuni spettacoli teatrali, per un costo di 12 milioni di euro. Oggi grazie al lavoro dell’amministrazione del neo sindaco Antonio Pannullo e del vice sindaco Andrea Di Martino e alla collaborazione degli ex lavoratori delle Terme, il sogno di rivedere i cancelli di Piazza Amendola aperti è tornato ad essere realtà.

Le fonti stabiesi sono note per le loro proprietà curative: ecco le caratteristiche delle fonti che si potranno bere.

ACQUA FERRATA – Indicata nelle anemie primarie e secondarie e nelle convalescenze; nelle malattie debilitanti, nelle astenie muscolari e nervose; nei processi da cattiva digestione anche accompagnati da irritazione della mucosa gastrica; nei disturbi della sfera genitale femminile, nello stentato sviluppo nell’epoca della pubertà, nel linfatismo e nel rachitismo.

ACQUA MAGNESIACA – Indicata nelle coliti spastiche, specie se di origine nervosa, nelle discinesie del grosso intestino (colon irritabile) e della cistifellea, nelle gastriti catarrali croniche e nelle gastroduodeniti croniche.

ACQUA SOLFUREA – Purgativa con azione antifermentativa intestinale. E’ indicata nella stitichezza cronica, nelle malattie allergiche, in molte malattie della pelle (eczema cronico, psoriasi e prurito), obesità e diabete.

ACQUA SOLFUREA FERRATA – Azione purgativa, ricostituente ed attivante il ricambio; indicata nella stitichezza abituale, nella gotta cronica e nella iperuricemia.

ACQUA MURAGLIONE – Azione purgativa; usata nella stitichezza ostinata, nella ossaluria, nella uricemia, nel diabete mellito e nella gotta.

ACQUA ACIDULA – Azione digestiva, antinfiammatoria, diuretica. Indicata in tutte le forme legate a cattiva digestione, nelle gastriti iposecretive, nel diabete e nelle varie forme di renella.

ACQUA SAN VINCENZO – Indicata in tutti i processi cronici catarrali dell’intestino, dispepsie intestinali fermentative o non, coliti croniche, congestione emorroidaria.

ACQUA SOLFUREA CARBONICA – Purgativa con azione antifermentativa intestinale; indicata nella stitichezza cronica in soggetti con ipertensione arteriosa: trova impiego nella ipercolesterolomia e nel diabete.

ACQUA MEDIA – E’ indicata nei processi morbosi cronici delle colecisti con o senza calcoli; nei soggetti operati di colecisti, di appendice e sull’intestino. E’ buona regola farla precedere da qualche bicchiere di Stabia calda.