L’avv.Fabio Russo presenta il libro di Marco Travaglio

FOTO_FABIO_RUSSOestatolamafiaNei palazzi bui dello Stato esistono troppe porte chiuse a chiavi, dietro le quali si celano indicibili segreti. Realtà nascoste nella penombra della ragion di Stato.  Misteri grossi e pesanti come macigni, che se rivelati destabilizzerebbero l’intero apparato statale. Una di queste storie inconfessate è la trattativa Stato – Mafia, che trova tra le righe del libro di Marco Travaglio “ E’ Stato la mafia” la sua più esaustiva  esposizione giornalistica. Pagina dopo pagina il lettore non può fare a meno di domandarsi se quei fatti siano realtà o invenzione. Il sospetto di vivere in una perversa oligarchia camuffata da democrazia si tramuta presto in certezza. L’Italia è uno dei paesi più corrotti al mondo,  che si regge sull’inestricabile connubio tra lobbies economiche, associazioni criminali e politica.  Ma è anche il paese dove l’informazione maggioritaria mira a disinformare,anzi a far dimenticare. I media indottrinano con fuorvianti verità i sudditi ignoranti,per spingerli a dimenticare, a non pensare. Parafrasando Fabri Fibra: ”Ci sono cose che nessuno ti dirà!” . Se la cittadinanza avesse piena contezza che pezzi importantissimi dello Stato, Alti funzionari, Ministri,Generali dell’Arma, hanno agito nell’ombra per assecondare le richieste dei mafiosi, nulla potrebbe impedire la deriva rivoluzionaria. Ecco perché bisogna evitare che si sappia,bisogna screditare che indaga,chi tenta di capire,bisogna capovolgere  le carte in tavola. Questo è il paese in cui viviamo: il luogo dove anche il Presidente della Repubblica si inserisce in un meccanismo  di omertà e  manovre fuorvianti.   Il giornalista filtra quei fatti attraverso un narrato ironico e provocatorio,attingendo a piene mani da sentenze, atti ufficiali e ufficiosi, documenti promananti da organi amministrativi. Ridicolo voler ridurre tutto a mera dietrologia ideologizzata. Davanti al possibile orrore di un Repubblica che patteggia con la criminalità, offrendo come agnello sacrificale un figliol prodigo come Borsellino, nessuno deve abbassare le difese e fingere di non sapere. E’ dunque questo il paese dove “E’ stato la Mafia?” In attesa che la magistratura scriva le sue verità, cercate voi una plausibile risposta! Prendete tra le mani questo libro e fatevi un’idea di ciò che potrebbe essere e nessuno vi dirà mai…..oltre Marco Travaglio ovviamente! Fabio Russo

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.