LANIFICIO159 – NUOVA STAGIONE 2013/2014

bigtime_logoSONY DSCguillaume_colore_okIl Lanificio, uno dei luoghi più straordinari che l’architettura industriale, ristrutturata e ripensata, abbia concesso a Roma, inaugura la nuova stagione, che si preannuncia ricca di novità.

A seguire i prossimi eventi, che contempleranno teatro, musica, mercatino, aperitivi musicali.

25 – 26 – 27  Settembre 2013

Dalle ore 21.00 – Ingresso 20€

TEATRO BELLINI TEATRO STABILE DI NAPOLI Ass. Cult. NON CAMMINARE SCALZA

in collaborazione con LANIFICIO

presentano

DIGNITÀ AUTONOME DI PROSTITUZIONE

Uno spettacolo di Luciano Melchionna

Sull’onda del grande successo che riscuote da oltre cinque anni, Dignità Autonome di Prostituzione approda finalmente al Lanificio di Roma che si trasforma, per tre indimenticabili notti, nella più grande ‘Casa Chiusa’ dell’Arte, aprendo i propri spazi a co-produzioni con nuove discipline, che caratterizzerà l’intera stagione 2013-2014.

Dal 25 al 27 settembre 2013, a partire dalle ore 21:00, oltre 30 artisti si avvicenderanno, per “concedere le proprie grazie” a pagamento, negli angoli più inconsueti e nascosti dell’ex fabbrica industriale di via di Pietralata.

Dal 25 al 27 settembre 2013, a partire dalle ore 21:00, oltre 30 artisti si avvicenderanno, per “concedere le proprie grazie” a pagamento, negli angoli più inconsueti e nascosti dell’ex fabbrica industriale di via di Pietralata. Un’edizione molto speciale che anticipa la nuova stagione degli eventi al Lanificio e ne ridefinisce i contorni. Al Club come nel suggestivo Atelier, dentro il montacarichi o tra le aule dell’Accademia di Danza, nei loft dedicati alle mostre, negli uffici di produzione o nel bel mezzo del piazzale: ogni luogo diventa l’anfratto ‘sconveniente’, il punto d’incontro dove esigere ‘la prestazione’.

Attori come prostitute adescano i clienti mentre una strana famiglia di tenutari e maitresse favorisce gli incontri e stimola le trattative. Il pubblico rigorosamente dotato di “dollarini”, moneta di scambio della Casa, dovrà scegliere le cortigiane preferite e dopo aver trattato il prezzo, potrà assistere a piéce teatrali della durata di 10-15 minuti. Da soli, in coppia o con un piccolo gruppo di intimi che condividono la stessa performance, e le stesse ‘perversioni’, ci si apparta in luoghi altri dal palcoscenico. Seduzione, piacere, adescamento, perversione, emozione, divertimento, provocazione: questi i binari su cui scorre la regia minuziosa, complessa, originale e destabilizzante di Melchionna, che rende questo spettacolo un vero e proprio evento in continua evoluzione: in più di cinque anni di repliche, nessuna è mai uguale alle precedenti. Un nuovo approccio al teatro.

Un modo per ridare “Dignità” al lavoro dell’Attore e al contempo una provocazione giocosa e sorprendente per riavvicinare il pubblico ‘al mestiere più antico del mondo’, per far riflettere e divertire, laddove per divertimento si intenda “uno stupore nuovamente sollecitato” da un teatro che non è auto celebrativo, ermetico e fine a stesso ma prima di tutto magia e sogno.

“Mi paghi prima. E anche dopo, se ti è piaciuto”.

Inoltre Dignità Autonome di Prostituzione ospita

“Dignità Autonome di… ESPOSIZIONE”

Immagini del Bordello ‘spiate’ da 25 fotografi ‘voyeur’ che hanno accompagnato finora il ‘Postribolo’

“Il Teatro torna a casa”, una pubblicità progresso, scritta e diretta da Luciano Melchionna

disegno luci Camilla Piccioni

costumi Michela Marino

fonico Luigi Di Martino

assistenti alla regia Roberta Caldironi – Carmen Bruno – Umberto Capurro

organizzazione Antonio Cappelli

produzione esecutiva Vanessa Gasbarri

relazioni esterne Luisa Berio

28 Settembre 2013

Ore 23.00 – Ingresso 5€ con biglietto spettacolo del 25 e/o del 26 settembre

Ingresso 10€ per tutti gli altri

PARTY CON DIGNITA’

(Festa di Finissage)

E per la prima volta nella sua storia, la Casa Chiusa dell’Arte chiuderà i battenti non senza prima aver festeggiato in assoluta promiscuità con Party con Dignità il 28 settembre dalle 23.00 in poi il Lanificio 159 si popolerà infatti, nuovamente, di uomini e donne di ‘malaffare’, clienti e prostitute, per un finissage molto lungo e poco rispettabile. E con un trattamento di favore riservato ai clienti più affezionati che avranno animato le serate del 25 e del 26 settembre.

Venerdì 27 Settembre

Ingresso 5€ fino l’1:30 – 8€ dopo 1:30

THE LOOP | ALL OVER YOUR FACE OPENING PARTY

Il produttore discografico e remixer Erik Hawkins, definisce il “loop” come “il campionamento di una performance che è stato mixato in modo da ripetersi senza interruzione quando la traccia è suonata dall’inizio alla fine”. Questo è quanto ci prefiggiamo in questa stagione al Lanificio 159: condividere con un pubblico, più o meno ampio di persone, la passione di appassionarsi in “loop”. con venti che come il nostro concept, uniscono due realtà diverse e decisive come, la Chicago delle sonorità house-funk, e la Detroit tecnofila che in molti veneriamo.

Da qui parte ogni evento, THE LOOP – All Over Your Face una finestra luminosa sul mondo della Musica da club.

LINE UP:

00.00/02.00 Francisco (SLOW MOTION), resident

02.00/03.30 Guillame Live

03.30/05.00 Cl_audio (THE LOOP), resident

GUEST:

Guillaume & The Coutu Dumonts (CADENZA)

http://www.residentadvisor.net/dj/guillaume

Domenica 29 Settembre

Ore 21.00

LAB(MUSIC)

Tornano gli aperitivi domenicali del Lanificio con una data fissa tutte le ultime domeniche del mese, nove serate, da settembre a maggio. LAB(MUSIC) nasce dall’intento di regalare uno spazio comune a giovani talenti in cui poter fondere nella stessa serata arte e musica. Un “laboratorio culturale” espressione delle arti figurative associate a diversi generi musicali. La forma sarà quella di un aperitivo domenicale che vedrà protagonista l’esposizione di opere di vari artisti accompagnata da un gruppo musicale attraverso una performance live. I M’ORS suoneranno al primo appuntamento di LAB(MUSIC), ed esporrà un artista della RUFA, Rome University of Fine Arts.

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.