“ Labore Civitatis”, Riconoscimento alla Carriera

nicola paoneXIV ediz. Premio Letterario Internazionale di Poesia “ Tra le parole e l’infinito”

“ Labore Civitatis”, Riconoscimento alla Carriera

Ideati dal Cav. Nicola Paone

Quest’anno, per motivi funzionali e logistici legati all’esigenza di avere una maggiore disponibilità di spazi, l’evento culturale  dalla Provincia di Napoli si sposta alle porte della città di Caserta,  nella compagine  del Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere   ( CE).  Sabato 28 settembre 2013 alle ore 19.30, serata di gala della XIV edizione del Premio Letterario Internazionale di Poesia “ Tra le parole e l’infinito”, e del Riconoscimento alla Carriera “Labore Civitatis”, ideato dal Cav. Nicola Paone. Patrocinato dal Comune di Santa Maria Capua Vetere, e organizzato con l’Ass. Nazionale Polizia di Stato sez. di S. M. Capua Vetere, la Madrina sarà  la Prof.ssa Camilla Sgambato. Un full immersion nel mondo della Poesia in lingua italiana, straniera e in vernacolo. Un cammino sulle tracce della parola scritta, letta, interpretata, da qui il bisogno di presentare in maniera adeguata le bellezze dei siti e della città.  L’obiettivo è di creare turismo culturale emozionale capace di trasmettere le rotte verso mete affascinanti ed esclusive della terra Sammaritana, e attivare scambi di esperienze culturali creando un’occasione concreta d’incontro e confronto.

Grandi nomi di personalità e autorità saranno insigniti del Riconoscimento alla Carriera “ Labore Civitatis”, Tra gli altri il Questore di Caserta Dott. Giuseppe Gualtieri, il Giudice della Corte di Cassazione Dott. Raffaello Magi, l’equipe dell’Unità Urologia dell’Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli di Napoli, Prof. Vittorio Imperatore, Dott. Sergio Di Meo, Dott. Roberto Buonopane, Dott. Massimiliano Creta,  il Comandante dell’Esercito Campania Gen. Guido Landriani, il Vicario Generale della Diocesi di Aversa don Francesco Picone, Il Capo redattore del Tg3 Campania Antonello Perillo, i Prof. Antonio Del Vecchio e Alberto Perconte Licatese. Un evento Patrocinato e sponsorizzato dal Comune, con il Patrocinio Morale della Regione Campania, della Provincia di Caserta, dell’ARCAL Rai Napoli, del club Nautico della vela di Napoli, della Fondazione ‘a voce d’’e CREATURE, della Lega Navale, del Comune di Casoria.

La serata sarà presentata dalla giornalista televisiva Francesca  Scognamiglio, e sarà animata dalle perfomance di vari artisti, l’insolita voce di Annalisa Martinisi, dal programma televisivo  “Ti lascio una canzone” Francesco Esposito, passi di danza di Mary Falcade della scuola di ballo del teatro San Carlo di Napoli, i ritmi di un passato che sono come oggi alla base delle nostre radici del duo Anime Sonore, e del Centro Studi DanceArtproget.  Il Salone degli specchi del Teatro Garibaldi, si animerà d’immagini,  diventando per una sera protagonista assoluto,  offrendo come luogo d’incontro e di confronto  i suoi spazi, attraverso i sensi del gusto e al ”piacere dell’arte, della scultura e della fotografia”, di: Alberto Costantini – Aniello Saravo – Anna Nuzzo – Cristina Flaviano – Gianni Colavecchi –  Giovanna D’Ausilio – Giovanna Fauci – Lorenza Originale Di Criscio – Luisa Lori – Maria Rosaria Esposito – Polason by Paola Sonnino – Enza Martinisi.

 

 

 

Interverranno tra l’altro anche questi ospiti;

l’On. Domenico Zinzi Pres. Provincia di Caserta, il Comandante della Compagnia Carabinieri di S.M.C.V.- Franco Vincenzo MACERA, la Dott.ssa Carmela Pagano Prefetto di Caserta, il Comandante della G. di F. Col. Giuseppe Verrocchi, il Gen. Maurizio Scardino Comandante della  Brigata Garibaldi di Caserta, la Dott.ssa Antonella Vertucci Dir. della Scuola Allievi di Polizia, la Dott.ssa Olimpia Abbate Capo Gabinetto della Questura di Caserta, la Dott.ssa Carlotta Giaquinto Dir. Carcere di S.M.C.V., il Col. Raffaele D’Ambrosio Comandante Organizzazione Militare S.M.C.V., la Dott.ssa Adele Monaco Dirig, Uff. Personale Questura di Caserta,  il Ten. Col. Salvatore Razzino Comandante Carcere Militare di S.M.C.V..

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.