La Sindrome di Kessler – La Sindrome di Kessler [Release 16-04-2015]

La Sindrome di Kessler – La Sindrome di Kessler

copertina kessler

“LA SINDROME DI KESSLER”
Un album introspettivo e multiforme 

Uscirà il 16 aprile l’omonimo disco di debutto de La Sindrome di Kessler

Tra influenze grunge e noise, dieci tracce frutto di esperienze personali e contaminazioni eterogenee

 

 

Esito di una lunga gestazione durata oltre un anno e di un lento e progressivo lavorio di maturazione artistica, sarà pubblicato il prossimo 16 aprile “La Sindrome di Kessler“, album d’esordio dell’omonima band, in uscita digitale e fisica.

La sindrome di Kessler” è una band che concilia il cuore pulsante di un indie rock grezzo, con una sperimentazione mai fine a sé stessa. Il loro album di esordio impasta con sapienza e gusto le influenze grunge con la musica colta dando vita a brani imprevedibili e potenti, immediati nelle sonorità ma mai banali nella sostanza.
Il disco, iniziato nel corso del 2013 (da brani di un precedente progetto musicale) e portato a termine durante l’anno seguente, è composto da brani che presentano un carattere introspettivo poiché nati da esperienze personali degli stessi autori. Di qui la scelta di preferire testi rigorosamente in italiano, con la possibilità che questi possano assumere varie interpretazioni a seconda di ciò che l’ascoltatore riesce a cogliere durante l’ascolto.

L’ambito musicale fa chiaramente riferimento ad un rock che si lascia contaminare ed influenzare dallamiglior tradizione grunge così come da quella noise. Il tutto espresso da un solido quartetto rock formato da due chitarre, basso e batteria, a cui si aggiungono campionamenti audio per completare le trame sonore.
Le parti strumentali completano il quadro di questo disco con suggestioni quasi “progressive” sempre lontane dal manierismo e motivate da un’esigenza narrativa senza compromessi, rendendo i brani a volte potenti e immediati, lenti e rarefatti, o addirittura pesanti se necessario, perché se una storia va raccontata, va raccontata fino in fondo.

Tracklist
01 – Fanfarlo
02 – Parabola di un desiderio
03 – Spiraglio
04 – Le direzioni
05 – Condizioni immune
06 – La detonazione delle nuvole
07 – Sinuose alterazioni
08 – In attesa
09 – Pensieri cercati
10 – New day

CREDITS
Antonio Buomprisco – Voce e chitarra
Canio Giordano – Chitarra, voce, sequenze
Roberto Cola – Basso elettrico
Luca Mucciolo – Batteria

Registrato e missato
da Roberto Cola e LSDK
presso “Il piano B progetti sonori” Roma
Masterizzato
da Fabrizio de Carolis e LSDK
presso “Reference studio” Roma
Cover art e fotografie
Francesco Capo
Progetto grafico
Luigi Scairato
Fotografie alla band
Emanuela Bonetti

LINK UTILI
Facebook: https://www.facebook.com/LaSindromeDiKessler

BIOGRAFIA

“La Sindrome di Kessler” è una band che concilia il cuore pulsante di un indie rock grezzo,con una sperimentazione mai fine a se stessa.
Il loro album di esordio impasta con sapienza e gusto le influenze grunge con la musica colta dando vita a brani imprevedibili e potenti, immediati nelle sonorità ma mai banali nella sostanza.
Le melodie della voce “tradiscono” in senso positivo l’appartenenza meridionale della band dando alle voci una particolarità quasi “romantica” tipica della tradizione campana, rendendo i brani nelle parti cantate quasi solari, mentre i testi poetici ed interiori si spingono verso lidi più oscuri e profondi.
Le parti strumentali completano il quadro di questo disco con suggestioni quasi “progressive” sempre lontane dal manierismo e motivate da un esigenza narrativa senza compromessi, rendendo i brani a volte potenti e immediati, lenti e rarefatti, o addirittura pesanti se necessario, perché se una storia va raccontata, va raccontata fino in fondo.

CONTATTI

MArtePress – Music
Ufficio stampa e comunicazione musicale

Michele Severino (stampa)
michele.severino@martelabel.com
+39 339 3371430

La Sindrome di Kessler 02<br /><br />
Emanuela Vh. Bonetti 2014

FormatFactory9

FormatFactory5

 

 

“La Sindrome di Kessler”

Un album introspettivo e multiforme

Uscirà il 16 aprile l’omonimo disco di debutto de La Sindrome di Kessler

Tra influenze grunge e noise, dieci tracce frutto di esperienze personali e contaminazioni eterogenee  

Esito di una lunga gestazione durata oltre un anno e di un lento e progressivo lavorio di maturazione artistica, sarà pubblicato il prossimo 16 aprileLa Sindrome di Kessler”, album d’esordio dell’omonima band,  in uscita digitale e fisica.

La sindrome di Kessler” è una band che concilia il cuore pulsante di un indie rock grezzo, con una sperimentazione mai fine a sé stessa. Il loro album di esordio impasta con sapienza e gusto le influenze grunge con la musica colta dando vita a brani imprevedibili e potenti, immediati nelle sonorità ma mai banali nella sostanza.

Il disco, iniziato nel corso del 2013 (da brani di un precedente progetto musicale) e portato a termine durante l’anno seguente, è composto da brani che presentano un carattere introspettivo poiché nati da esperienze personali degli stessi autori. Di qui la scelta di preferire testi rigorosamente in italiano, con la possibilità che questi possano assumere varie interpretazioni a seconda di ciò che l’ascoltatore riesce a cogliere durante l’ascolto.

L’ambito musicale fa chiaramente riferimento ad un rock che si lascia contaminare ed influenzare dalla miglior tradizione grunge così come da quella noise. Il tutto espresso da un solido quartetto rock formato da due chitarre, basso e batteria, a cui si aggiungono campionamenti audio per completare le trame sonore.

Le parti strumentali completano il quadro di questo disco con suggestioni quasi “progressive” sempre lontane dal manierismo e motivate da un’esigenza narrativa senza compromessi, rendendo i brani a volte potenti e immediati, lenti e rarefatti, o addirittura pesanti se necessario, perché se una storia va raccontata, va raccontata fino in fondo.

Tracklist

01 – Fanfarlo

02 – Parabola di un desiderio

03 – Spiraglio

04 – Le direzioni

05 – Condizioni immune

06 – La detonazione delle nuvole

07 – Sinuose alterazioni

08 – In attesa

09 – Pensieri cercati

10 – New day

Credits:

Antonio Buomprisco – Voce e chitarra

Canio Giordano – Chitarra, voce, sequenze

Roberto Cola – Basso elettrico

Luca Mucciolo – Batteria

Registrato e missato

da Roberto Cola e LSDK

presso “Il piano B progetti sonori” Roma

 

Masterizzato

da Fabrizio de Carolis e LSDK

presso “Reference studio” Roma

Cover art e fotografie

Francesco Capo

Progetto grafico

Luigi Scairato

Fotografie alla band

Emanuela Bonetti

LINK UTILI

Facebook: https://www.facebook.com/LaSindromeDiKessler

 

 

BIOGRAFIA

“La Sindrome di Kessler” è una band che concilia il cuore pulsante di un indie rock grezzo,con una sperimentazione mai fine a se stessa.

Il loro album di esordio impasta con sapienza e gusto le influenze grunge con la musica colta dando vita a brani imprevedibili e potenti, immediati nelle sonorità ma mai banali nella sostanza.

Le melodie della voce “tradiscono” in senso positivo l’appartenenza meridionale della band dando alle voci una particolarità quasi “romantica” tipica della tradizione campana, rendendo i brani nelle parti cantate quasi solari, mentre i testi poetici ed interiori si spingono verso lidi più oscuri e profondi.

Le parti strumentali completano il quadro di questo disco con suggestioni quasi “progressive” sempre lontane dal manierismo e motivate da un esigenza narrativa senza compromessi, rendendo i brani a volte potenti e immediati, lenti e rarefatti, o addirittura pesanti se necessario, perché se una storia va raccontata, va raccontata fino in fondo.