La sesta serata di «Palco libero al Trianon»

06_Hank 06_Mathì 06_hYdroniKa_rSesta serata di Palco libero al Trianon, la rassegna indipendente per la valorizzazione della musica e dei musicisti campani: martedì 1° aprile, alle 21, saranno di scena nel teatro della musica a Napoli X-35HankhYdroniKa e Mathì.

Il genere degli X-35 è un mix tra i Sum 41 e i Blink-182. Nascono nel 2008. Arrivano secondi all’Emergenza festival, vincendo la possibilità di incidere in uno tra gli studi di registrazione più importanti d’Italia. Si esibiscono in diversi locali napoletani (tra cui la Galleria 19 e la Casa della Musica), quindi cominciano a esportare le proprie sonorità oltre i confini campani, facendosi portavoce dei disagi, della rabbia e dell’allegria del popolo della “generazione x”. La loro musica è «un miscuglio non ben definito di suoni, generi, citazioni, anagrammi e puzzle pentagrammatici». Sono Andrea Falvo (batteria), Stefano Granato (chitarra e voce), Federico Falvo (basso) e Simone Ottaviano (chitarra solista).

Gli Hank si formano nel novembre 2002 dall’incontro di tre vecchi amici, i quali, dopo molte esperienze in altre band, decidono di riversare tutta la loro esperienza in un progetto che ormai vive da dieci anni, tra «sbronze, tanto live, poesia e musica rock». Nel 2012 esce il loro primo album L’aria è tesa, nove brani di puro rock commisti a poesia e tanta rabbia, «un’interpretazione onirica e visionaria della società e del mondo con i suoi cambiamenti, le sue tragedie». Il gruppo: Edoardo M. Frigenti (chitarra e voce), Mario Carillo (batteria) eMichele Pappacena (basso).

Nati nella primavera del 2004, gli hYdroniKa pubblicano nel 2006 il loro primo e omonimo album con la casa discografica Videoradio. Nel corso degli anni la band muta di formazione e nel 2009 pubblica in free download il nuovo album Attraverso, autoprodotto e autopromosso. scaricato quasi 10.000 volte. Attualmente, con la nuova line up, che vede Francesco Vilone alla voce, Mario Fava alla chitarra, Filippo De Luca al basso e Vincenzo Provvido alla batteria, inizia una nuova fase di emozioni sia dal vivo che in studio, la band è al lavoro sul prossimo album.

Nata nel 2008, Mathì è «un’idea poetico-musicale, che ricama con note le suggestioni “metafisiche” della poesia, sovrastando la realtà di immagini pure ed evocative fino a perdersi in esse». La band compone e registra in maniera totalmente autonoma il primo ep, Petali ridenti (2010), cui fa sèguito un’incessante attività live. Nel 2013 un nuovo concept album,(in)quiescenza, per Controrecords. La formazione: Francesco De Simone (voce, chitarra elettrica e acustica), Antonio Marano (piano elettrico, glockenspiel e synth), Gennaro Raggio(chitarra elettrica), Raffaele Manzi (basso) e Gennaro Coppola (batteria e percussioni).

Gli addetti ai lavori che affiancano il pubblico sono Giacomo Ambrosino (Sound contest), Gino Aveta (Rai), Gennaro De Rosa (MK records), Guido Gaito (giornalista), Jonathan Giustini(Carta da musicaRenato Marengo (giornalista), Giordano Sangiorgi (Mei e AudioCoop), Luigi Snichelotto (direttore artistico della Festa europea della Musica a Eboli) e Giulio Tedeschi(Toast records). Su indicazione di questi esperti e del pubblico presente in sala, due formazioni parteciperanno alla Festa europea della Musica il 21 giugno prossimo.

Prezzo del biglietto di posto unico 5 euro.

Per partecipare o richiedere informazioni si può scrivere all’email palcolibero@teatrotrianon.org.


prossima programmazione

·         sabato 29 marzo, ore 21

Afrakà rock festival 2014

King of Pop

Tributo a Michael Jackson

con Jennifer Batten

biglietti: platea € 20, palchi € 15

·         martedì 1° aprile, ore 21

Palco libero al Trianon

con X-35HankhYdroniKaMathì

biglietti: posto unico € 5

·         giovedì 3 aprile, ore 21

Maurizio Nazzaro

Una nuova ricetta per la canzone napoletana

·         ogni martedì, fino a maggio, ore 21

Palco libero al Trianon

biglietti: posto unico € 5

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.