LA POLIZIA MUNICIPALE INCONTRA I GIOVANI NELLE SCUOLE PER SENSIBILIZZARLI IN TEMA DI STALKING, BULLISMO, CYBERBULLISMO E TUTTI I “RISCHI DELLA RETE”

Si è concluso in data odierna un primo ciclo di incontri tenuti presso le scuole cittadine dal personale della Polizia Municipale di Napoli nell’ambito del “PROGETTO PROXIMITY”.
Il progetto eseguito da personale dell’Unità Operativa Tutela Emergenze Sociali e Minori, nasce con l’intento di avviare una collaborazione con le scuole del territorio napoletano allo scopo di informare e avvicinare gli studenti alle Istituzioni ed in particolare alla Polizia Municipale, con riferimento ai  temi dello “Stalking”, del “Bullismo e del Cyberbullismo” nonché dei “Rischi della Rete”, per sensibilizzare i giovani a tali fenomeni e fornirgli delle opportunità e degli strumenti di salvaguardia.
Questi fenomeni sono divenuti una piaga sociale dilagante in costante e preoccupante aumento ed i social network, che fanno ormai parte della vita quotidiana di ogni giovane, divengono strumento di comportamenti devianti tenuti molto spesso sotto silenzio sia per l’incapacità di valutare la gravità delle azioni compiute e/o subite, sia per la sfiducia nei confronti delle Istituzioni e degli adulti.
I temi sono affrontati attraverso momenti di dialogo, proiezioni di filmati e slide, durante i quali sono esplicate le criticità e gli stereotipi, nonché le risorse cui attingere per fronteggiare ogni difficoltà. Viene posta l’attenzione sull’importanza del dialogo e sul fatto che la principale via da intraprendere per articolare un efficace contrasto al fenomeno è, innanzitutto, l’intervento degli adulti e, qualora si rendesse necessario, delle Istituzioni, di cui si deve avere fiducia.
Sono già circa 1200 i ragazzi che hanno partecipato ai 25 incontri tenutisi presso le scuole del territorio cittadino che hanno aderito al progetto, sia secondarie di primo grado che Istituti Superiori, ed i temi sono stati affrontati attraverso differenziate tecniche di coinvolgimento rapportate alla fascia di età dei giovani alunni.
E’ stata creata inoltre una pagina Facebook “Progetto Proximity” che già ha ottenuto numerosi consensi da parte dei giovani allievi che hanno partecipato agli incontri e che chiedono, attraverso tale pagina, ulteriori approfondimenti e informazioni sui temi trattati.
   Sul sito web comunale sono indicati tutti i recapiti ai quali rivolgersi: Unità Operativa Tutela Emergenze Sociali e Minori della Polizia Municipale di Napoli telefonando ai numeri 081.795.72.43 – 081.795.29.06, o inviando una e-mail all’indirizzo polizialoca-le.pg.nis@comune.napoli.it. Ci si potrà recare anche di persona presso i suddetti Uffici di Via Alessandro Poerio 21 (nei pressi di Piazza Garibaldi), dove gli Agenti si attiveranno tempestivamente guidando – eventualmente insieme ad altre figure professionali – le vittime alle più opportune azioni da intraprendere fornendo altresì indicazioni sulle possibili strategie difensive. Link: http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/28242

About fulvio mele

Fulvio Mele: Ventenne Giornalista Pubblicista da Marzo 2016 e Vicedirettore di Informare da Giugno dello stesso anno. Diplomatosi al Liceo Scientifico R. Caccioppoli di Napoli. Laureando in Sociologia (scienze sociali) presso la Facoltà della Federico II. Entra nell'associazione "Officina Volturno" nell'agosto 2013. Esordisce come giornalista nel mensile di ottobre 2013, scrivendo una rubrica sui libri, "Leggi che ti passa". "Credo che per essere giornalista bisogna essere curioso e andare oltre le cose; credo che la notizia non si crea ma la si racconta entrandoci dentro, aprendola dall'interno; credo che un vero giornalista scrive di emozioni e di storie, soprattutto dà voce a chi voce non ne ha ; credo che essere giornalista sia uno stile di vita"