LA PLASTICA NELL’ARTE PER L’ARTE…

2014_135_ANGELO_PLART_IMM_01Grazie alla collaborazione con la Fondazione Plart, sapientemente presieduta dalla dott.ssa Maria Pia Incutti, e che vede nel comitato scientifico, tra le tante personalità, anche il Prof. Luigi Nicolais, Direttore del Consiglio Nazionale delle Ricerche, vi informiamo di un interessantissimo percorso formativo basato su diversi moduli conoscitivi. L’idea nasce dal fatto che tutti i materiali che costituiscono i Beni Culturali subiscono processi di alterazione e degrado (fisici, chimici e biologici) che sono fortemente dipendenti dalla natura dei componenti costitutivi e dalle caratteristiche dell’ambiente circostante (sostanze chimiche inquinanti, umidità, sali, escursioni termiche, sollecitazioni meccaniche). A partire dalla “Plastic revolution”, artisti e designer hanno utilizzato le plastiche per la realizzazione di manufatti caratterizzati da un elevato valore artistico in sostituzione di materiali naturali e più tradizionali. A seguito di ciò un numero sempre maggiore di oggetti in plastica sono entrati a far parte di collezioni private e pubbliche dedicate all’arte moderna e contemporanea. Questo processo ha evidenziato – vista la natura organica dei materiali plastici e la loro limitata resistenza al degrado – la necessità di provvedere alla identificazione di procedure di conservazione, di protezione e restauro diverse da quelle utilizzate per gli oggetti in materiali più tradizionali.

2014_135_ANGELO_PLART_IMM_02

Il percorso formativo si articola in un modulo base e ben sette moduli avanzati.

Nei moduli basesi tratteranno gli aspetti necessari alla comprensione delle relazioni tra struttura chimica e molecolare ─ morfologia e struttura allo stato solido o condensato ─ funzione, proprietà applicative e d’uso ─ stabilità chimica, fisica e biologica.

Imoduli avanzativerteranno sull’applicazione, su alcuni oggetti in plastica della collezione Plart, di innovative metodiche di pulitura, consolidamento e restauro conservativo, basate sull’impiego di materiali e tecnologie di nuova concezione. Saranno inoltre impiegate moderne metodiche di analisi chimica strumentali per la conoscenza dei componenti, della tipologia e del grado del danno.

2014_135_ANGELO_PLART_IMM_03

 

Per saperne di più:

  • http://www.fondazioneplart.it/en-us/corsi_restauro_201415.aspx
  • corso.plart.plastica@gmail.com

Titolo del MODULO Descrizione
MODULO AVANZATO 1 Le plastiche nell’Arte e nel Design – Metodologie di conservazione e restauro.
MODULO AVANZATO 2 Conservazione di manufatti in poliuretano.
MODULO AVANZATO 3 La pulitura di manufatti in celluloide.
MODULO AVANZATO 4 I prodotti acrilici come medium nella realizzazione di dipinti su tela e come vernici protettive.
MODULO AVANZATO 5 La conservazione di tessuti artistici e di design – Dalle fibre naturali alle fibre di sintesi.
MODULO AVANZATO 6 Le collezioni di opere in plastica – Conservazione preventiva.
MODULO AVANZATO 7 Il restauro del patrimonio contemporaneo – Problematiche e metodologie.

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.