La Pera Pennata, una biodiversità campana unica nel suo genere

Questo frutto è particolarmente digeribile e molto gustoso- Contiene poche calorie, si presta bene per chi è a dieta anche per il suo contenuto di fibre non solubile che assorbe parte degli zuccheri ingeriti con altri alimenti

Il consumo ne aiuta poi la regolazione della pressione sanguigna, favorisce l’abbassamento del colesterolo e ha un benefico effetto pulente sull’intestino, combattendo così la stitichezza. La pera si distingue anche per l’alto contenuto di potassio e una discreta presenza di vitamina C.

La pera “pennata” agerolese è un frutto dal colore verde scuro di forma rotondeggiante e sapore pastoso e dolce. Proviene da una pianta molto vigorosa, presente in frutteti misti, che matura verso agosto-settembre; è un ecotipo a diffusione fortemente localizzata, che rientra nella costituzione degli orto-frutteti a conduzione familiare. Non ne esistono infatti produzioni specializzate, e alimenta il mercato locale.

Esiste un’interessante disputa sull’origine del nome, anch’esso totalmente di origine locale. Il nome “pennata” deriverebbe secondo alcuni dall’usanza di lasciare i frutti di pero a maturare nel cosiddetto “pennatone”, la parte coperta immediatamente sotto il tetto delle antiche stalle o capanni degli attrezzi. Secondo altri il nome deriverebbe invece dal fatto che gli alberi di pero che danno origine a questa particolare varietà, siano particolarmente alti e forti, e raggiungano dimensioni considerevoli, tanto da sfiorare il “pennatone”.

La pera pennata è un ecotipo davvero raro in Campania e vista la sua unicità si stanno avviando diverse attività volte a tutelarne l’esistenza.

Di recente è nata ad Agerola, l’Associazione ” Gli amici della pera pennata” avente il fine di tutelare e valorizzare questo prelibato frutto, a tale scopo è stata promossa la coltivazione su circa 400 nuovi alberi di pero. Queste iniziative testimoniano la volontà di un’intera cittadina e dei suoi abitanti di tutelare la biodiversità presente sul loro territorio, un esempio di amore verso la propria terra e le sue ricchezze da apprezzare ed imitare.

di Antonino Calopresti