La NONVIOLENZA salverà il mondo

Un libro che profuma di vita, come quelle vissute dai protagonisti delle storie raccontate, dieci vite vissute per difendere la pace attraverso la Nonviolenza. “La più bella vittoria Dieci storie di Nonviolenza… più una”, edito da Marotta&Cafiero, è realizzato dalla Scuola Italiana di Comix e dall’Associazione Claudio Miccoli, il pacifista e ambientalista napoletano ucciso nel ’78 ad appena vent’anni da un gruppo di neofascisti, nel tentativo di cercare un dialogo con quei facinorosi. Il titolo del libro è tratto da un verso di una poesia di Claudio, ormai manifesto della lotta nonviolenta, “La più bella vittoria per chi non vuole combattere è non lottare proprio”.
«Claudio avevo iniziato a disegnare un fumetto intitolato “Oggi ho imparato a volare” tratto da un testo di Eugenio Finardi, rimasto incompiuto – spiega Livio Miccoli, fratello di Claudio e responsabile del progetto – da qui l’idea di completare quelle vignette e raccontare sotto forma di fumetto altre storie di nonviolenza».
Le dieci storie che l’Associazione ha deciso di raccontare sono: Lev Tolstoj, Gandhi, Emilio Lussu, le donne della Rosentrasse, Rosa Parks, Nelson Mandela, Malala Yousafzai, Julia Hill, Marco Mascagna, Aung San Suu Kyi, Antoine Leiris e infine (“più una”) Claudio Miccoli.
La Nonviolenza, scritta tutt’attaccato, è «il tentativo di trovare una strada per salvarci – afferma Livio Miccoli – soprattutto in questo momento storico in cui in ogni parte del mondo sembra che la violenza sia l’unica soluzione. Emblematica è la copertina (in foto, ndr) in cui degli omini escono dalle tenebre del male e dell’ignoranza grazie alla luce della pace».
Con la prefazione di Padre Alex Zanotelli e Sergio Brancato, ed una nota finale di Francesco Ruotolo, il progetto è stato sostenuto con i fondi dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese, sensibile da subito all’iniziativa. A realizzare i fumetti sono stati esclusivamente gli studenti della scuola Comix, divisi in disegnatori e sceneggiatori, e solo guidati dagli insegnanti.
E il libro non poteva che essere stampato all’insegna dell’ecosostenibilità. Per ogni mille copie sono stati risparmiati sette alberi alti 20 metri,  oltre 438.200 litri d’acqua ed un consumo di corrente elettrica pari a a 4900 kWh. Claudio ne sarebbe davvero fiero. Purtroppo il libro non è vendibile e non si trova in libreria, bisogna rivolgersi direttamente all’Associazione Claudio Miccoli, che gratuitamente lo distribuisce, sebbene le copie non siano tante – solo nel caso in cui delle scuole o dei privati richiedessero diverse copie, viene richiesta una donazione di tre euro a copia, in modo da farne una ristampa.
L’intento è quello di diffondere la cultura della nonviolenza, soprattutto nei più giovani, e già varie scuole hanno richiesto di utilizzare il libro come materiale didattico.

di Fulvio Mele

About fulvio mele

Fulvio Mele: Ventenne Giornalista Pubblicista da Marzo 2016 e Vicedirettore di Informare da Giugno dello stesso anno. Diplomatosi al Liceo Scientifico R. Caccioppoli di Napoli. Laureando in Sociologia (scienze sociali) presso la Facoltà della Federico II. Entra nell'associazione "Officina Volturno" nell'agosto 2013. Esordisce come giornalista nel mensile di ottobre 2013, scrivendo una rubrica sui libri, "Leggi che ti passa". "Credo che per essere giornalista bisogna essere curioso e andare oltre le cose; credo che la notizia non si crea ma la si racconta entrandoci dentro, aprendola dall'interno; credo che un vero giornalista scrive di emozioni e di storie, soprattutto dà voce a chi voce non ne ha ; credo che essere giornalista sia uno stile di vita"