La Croce Rossa cresce a Casal di Principe

11350449_10205106164028663_161590359152135528_nLa CRI è una realtà nata da non molto a Casal di Principe, sempre presente in qualunque manifestazione del paese per prestare il proprio servizio, tende ad allargarsi ogni anno formando decine di volontari. Era appena il mese di luglio 2014, quando si è concluso il primo corso base che ha visto la partecipazione di oltre 60 volontari, ad oggi ne conta circa 150: proprio il 21 maggio, infatti, c’è stata la cerimonia di consegna degli attestati per gli 83 ragazzi iscritti al corso cominciato a febbraio, diretto dal Monitore CRI Palma Maria Ceraldi, che ha previsto sette lezioni e si è concluso con l’esame finale il 28 marzo.

Alla cerimonia che si è svolta nella sede CRI del paese, facente parte del Comitato Provinciale di Caserta, erano presenti la Vicesindaco Marisa Diana in rappresentanza dell’amministrazione comunale e la Commissaria del Comitato Provinciale di Caserta, dott.ssa Pia Cigliana.

Con soddisfazione il responsabile della CRI a Casal di Principe ha affermato: “Essere Croce Rossa a Casal di Principe, ha sicuramente un alto valore simbolico. La straordinarietà di questo territorio si evince dalla presa di coscienza che, in meno di un anno, esistono 150 persone, volontari, che sono la più bella espressione dei sette principi su cui si fonda l’opera di Croce Rossa; Persone che sono la parte migliore di questo posto e che con il loro impegno quotidiano rappresentano quel seme che cadendo ha poi prodotto buoni frutti. Come ha ricordato la Commissaria, ci sono posti in cui, per una questione di coincidenze con i fatti storici, Croce Rossa ha il dovere di essere presente. Casal di Principe è uno di quei posti. Ringraziamo anche la pasticceria Benito che ci ha omaggiato di una torta con l’emblema CRI. “

Sono aperte le iscrizioni per il prossimo corso base che si terrà probabilmente in autunno.

Eliana G. Diana

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.