L’ “ALBERO della PACE” nella Terra dei Fuochi. piantare la Vita a chi seppellisce MORTE!

albero pace (1)CAIVANO(Na)- Piantare la VITA a chi seppellisce la MORTE! L’ Evento è previsto per Domenica 22 Settembre ore 17:00 presso la Parrocchia S. Pietro Apostolo retta dal dinamico don Giuseppe Esposito, detto don “Peppino”, nell’ ambito degli eventi previsti per la celebrazione dell’ 8a “Giornata della Custodia del Creato”. Si svolgerà quindi un importante momento di aggregazione, diriflessione e di sensibilizzazione sul grave problema che attanaglia la Terra dei Fuochi culminante con la piantumazione dell’ “Albero della Pace” dedicato a tutte le vittime dell’inquinamento ambientale. L’evento, proposto dall’Associazione di volontariato della Provincia e della Regione Campania: “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio” è previsto nel pomeriggio di domenica 22 Settembre a partire dalle ore 17:00 e sarà coordinato da don Peppino Esposito, direttore dell’Ufficio per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della diocesi di Aversa, su invito dell’Associazione promotrice e gode il patrocinio del Comune di Caivano. Sarà presente il Sindaco di Caivano e altre istituzioni. I bambini, futuro di questa terra inoltre, animeranno la giornata. “Occorre lanciare un grosso segnale di speranza, piantare la Vita contro chi ha voluto seppellire la morte. Ce la faremo“! Riferiscono gli organizzatori. Per tutte le info rivolgersi a don Peppino Esposito

 

***********************************************
Presidenza
” MOVIMENTO Ambasciatori per la PACE del MOVIMENTO Internazionale
per la PACE e la Salvaguardia del CREATO – III Millennio “
Associazione di Volontariato Onlus della provincia di Caserta,
Regione Campania-Italy.
Riconosciuta dalla Regione Campania ed iscritta all’Albo Ragionale delle
Associazioni di Volontariato C.F.91010790615
**********************************************

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.