ITRI: “FESTA DELLO SPRAR – TANTE CULTURE, TANTE RICCHEZZE”

Lo SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) costituisce una rete di centri cosiddetti di “seconda accoglienza” destinata ai richiedenti asilo e ai titolari di protezione internazionale.
Tale sistema si pone principalmente due obiettivi: offrire misure di assistenza e di protezione al singolo beneficiario e favorirne il percorso di integrazione attraverso l’acquisizione di una ritrovata autonomia.
A Itri il progetto SPRAR è attivo dal 2013, e proprio per festeggiare i tre anni di attività venerdì 5 agosto alle ore 20.00 in piazza Sandro Pertini si terrà l’evento “Festa dello Sprar Itri – Tante culture, tante ricchezze” a cui interverranno il sindaco di Itri Avv. Antonio Fargiorgio, l’Assessore ai Servizi sociali Anna Serena Ciccarelli, la coordinatrice del progetto Sprar Itri Maria Burali d’Arezzo ed Elena Prestt e Andrea Panico, attivisti e consulenti legali per i diritti umani.
L’evento ha l’obiettivo di spiegare alla popolazione cos’è lo SPRAR, che spesso viene confuso con altre realtà legate al fenomeno dell’immigrazione e dell’integrazione , e quali sono le attività messe in atto.
Nel corso della serata sarà proiettato il documentario dal titolo “XENIA” prodotto da Giorgio Anastasio che ripercorrerà con immagini e testimonianze i 3 anni dello Sprar di Itri. L’incontro si concluderà con il concerto della band musicale “IL GRANDE CAPO”.
Saranno inoltre presenti banchetti di associazioni e artigiani locali, spazi di degustazione e incursioni artistico-letterarie alcune delle quali tenute dagli stessi rifugiati.
Tanti i motivi per partecipare, primo fra tutti CONOSCERE per andare oltre i preconcetti e le finte verità: in una società sempre più multietnica come la nostra il confronto, l’accoglienza e l’integrazione sono sempre più indispensabili.

 

Federica Saccoccio

federica.saccoccio@yahoo.com

 

FB_IMG_1470146083372[1]FB_IMG_1470146105542-1-1[1]