Intesa Comune di Caserta e Consorzio “San Leucio Silk”

Gustavo De Negri sigla l'accordo con il Sindaco del Gaudio

Gustavo De Negri: “Promuovere il brand Caserta valorizzando il comparto serico

E’ stata sottoscritta,  questa mattina, presso la Sala Conferenze del Reale Belvedere di San Leuciol’Intesa tra la Città di Caserta e il Consorzio “San Leucio Silk”, mediante la quale il Comune di Caserta ha messo a disposizione del Consorzio alcune sale del Complesso con l’obiettivo principale di attivare azioni di marketing territoriale attraverso la valorizzazione e la promozione di un comparto, quello serico, simbolo indiscusso della storia industriale di Terra di Lavoro.

Sono intervenuti: Pio Del Gaudio, Sindaco del Comune di Caserta;  Pasquale Napoletano, Assessore al Turismo;  Donato Tenga, Consigliere Comunale del gruppo Caserta Più; Gustavo De Negri, Presidente di Pmi Campania, Imprenditore serico e Presidente del Consorzio “San Leucio Silk”;  Tommaso De Simone, Presidente della Camera di Commercio di Caserta; Luciano Morelli, Presidente di Confindustria Caserta; Carlo Cicala, Imprenditore e membro del Consorzio “San Leucio Silk”.

 

In qualità di Presidente di Pmi Campania, del Consorzio “San Leucio Silk” e, soprattutto, di imprenditore serico da cinque generazioni – dichiara Gustavo De Negri – non posso che esprimente tutta la mia più profonda soddisfazione per la stipula di questa importante intesa. Mettere a disposizione del Consorzio una sede nei luoghi simbolo della lavorazione della seta è un segnale importante da parte del Comune che, unitamente alla Camera di Commercio e all’Imprenditoria di Caserta, crede nella nostra ambizione di promuovere il “Brand Caserta” nel mondo anche attraverso la valorizzazione del comparto serico. Come Pmi Campania profonderemo il massimo sforzo affinché già nel breve periodo si possano raggiungere ambiti e prestigiosi traguardi in tal senso”.

 

Caserta, 27 settembre 2013

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.