Intervista rilasciata ad Informare da Nicola Oliva, neo-presidente del Consiglio Comunale di Castel Volturno.

foto Nicola Oliva
Nicola Oliva

Abbiamo incontrato Nicola Oliva, neo-presidente del Consiglio Comunale di Castel Volturno.

  • Come può inquadrarci questi primi 3 mesi di amministrazione? Come sta procedendo la nuova squadra di amministratori?

“La squadra è eccezionale, lavora con armonia e potrà dare tanto. Dopo i primi 3 mesi di lavoro non si può parlare di risultati conseguiti, ma di decine e decine di idee che si stanno tramutando in progetti concreti.”

 

  • Cosa può dirci del fondamentale rapporto con le Commissioni Consiliari?

“Anche per quanto riguarda questo aspetto si sta partendo col piede giusto, le basi per lavorare serenamente ci sono tutte. Le Commissioni sono già “operative”, c’è stato un incontro per quanto riguarda la valutazione del regolamento IUC e i prossimi saranno a breve. Oltre le Commissioni, ci stiamo organizzando con dei team di lavoro che coinvolgono coloro che hanno dimostrato di voler dare un contributo per il buon funzionamento di questo Comune: ci sarà il team per la nuova campagna di sensibilizzazione per la differenziata, il team per analizzare la spinosa questione Multiutility, quello per la regolamentazione delle aree verdi.”

 

  • Parlava di tante idee che si stanno tramutando in progetti concreti…ci può parlare dei progetti a breve termine?

“Proprio per quanto riguarda la manutenzione delle aree verdi, partirà il progetto “Adotta un’aiuola”: l’attività commerciale prossima ad un’area verde, se ne occuperà, e potranno farlo sia persone fisiche che persone giuridiche…con tale sistema collaborativo si potranno avere ottimi risultati. Con il Comune in dissesto, dobbiamo adottare questi sistemi alternativi e riteniamo di avere risorse, entusiasmo e volontà per riuscire. E’ quasi pronto il progetto delle Guardie Ambientali, e il 1° Ottobre, infine, è ripartita la raccolta differenziata: i cittadini devono impegnarsi a fare il proprio dovere in questo senso, e noi ci impegneremo affinché anche la ditta preposta a questo lavoro lo faccia al meglio. Ripartiremo da Pinetamare, per poi ripetere il “modus operandi” negli altri quartieri.

  • Ci può anticipare qualche progetto a lungo termine?

“Naturalmente per noi restano prioritari i problemi ‘storici’ del paese: il P.U.C., il disinquinamento delle acque, il progetto del porto su cui ci sono grosse aspettative. Entro un anno ci si propone inoltre di migliorare notevolmente l’aspetto della Domitiana.Lavoriamo anche per la partenza di un gruppo scout con la Parrocchia di Martinenza.”

 

  • C’è qualche progetto riguardante la difficile questione dell’immigrazione?

“Si, a seguito di 2 incontri con il Ministro dell’Interno Alfano, è nato il progetto “Generare Futuro”, che comprende progetti a breve, medio e lungo termine e il cui fulcro consiste nella gestione di un parco pubblico attrezzato avente per tema l’integrazione sociale. Su questo tema sto curando una collaborazione con il Prof. Francesco Ventura, ordinario di Urbanistica all’Università di Firenze, che si è innamorato del nostro territorio. Sarà una collaborazione su 2 linee: una nostra delegazione andrà a Firenze portando la lettura di quello che oggi è un problema ma che deve trasformarsi domani in una risorsa, e gli studenti verranno qui, portando le loro competenze, nel luogo in cui sorgerà questa ‘villetta tematica’. Invito per il momento le persone a valutarci per gli approcci, più che per i risultati che comunque arriveranno. Penso che tentare nuove strade sia la cosa giusta da fare per ottenere quello che non è stato mai ottenuto.”

 

  • In conclusione, come sono i rapporti con l’opposizione consiliare?

“I rapporti con l’opposizione sono sereni. Noi siamo aperti alle critiche, ma vorremmo ricevere anche proposte concrete. Vorrei infine dire ai cittadini che anche se la burocrazia rallenta l’iter dei progetti, noi non ci nasconderemo mai dietro a ciò, e affronteremo tutto nei modi consentiti dalla legge nel più breve tempo possibile.”

 

 

Valeria Vitale

valeriavitale18@gmail.com

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.