InSignificante, mostra di Nicola Piscopo

InSignificante centraleGalleria Il Melograno di Livorno propone per questo 29 marzo alle ore 18:00 un vernissage del giovane artista napoletano Nicola Piscopo, che ricama il tessuto poetico della mostra sulla dialettica verbale di una pittura concettuale. La mostra sarà visitabile fino al 4 aprile.

Insignificante, nel senso che non ha senso o nel senso che è dentro il senso?

A partire del titolo una mostra deve mettere a fuoco il concept di base, e questa mostra lo fa a pieno merito. Nicola Piscopo propone una serie di immagini ironiche in cui le regole base di significato e significante si confrontano e confondono, in un gioco post-magrittiano della nostra modernità avvicinandosi alla sfera contemporanea del pop-surrealismo. Il ciclo pittorico è stato esposto già in passato in altre mostre come a Torre del Greco (NA) con Degusta Arte nel 2010, al Palazzo Orsini di Bomarzo (VT) in occasione del Palio di Bomarzo di cui Piscopo è l’esecutore nel 2011, nello stesso anno “tra significato e significante” nella biblioteca di Villa Bruno a San Giorgio a Cremano (NA), StArtup a Rovereto e a Lecce con Roberto Ronca e altre esposizioni.

 

In mostra dal 29 marzo al 4 aprile

Vernissage: 29 marzo alle ore 18:00

Galleria Il Melograno, Via Marradi, 62 – 68, Livorno

Orari di apertura: domenica e lunedì 16:00 – 20:00. da martedì a sabato 10:00 – 20:00

Tel.0586 578592 – www.ilmelograno.euwww.artelivorno.it

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.