Sottopasso Artistico “Follera” – Esposizione Agenzia Mattei

MONDRAGONE – In questi giorni saranno esposti al Sottopasso Artistico “Follera” alcuni dei più rappresentativi lavori realizzati dall’Agenzia Mattei nel corso di questi anni. Dal problema rifiuti all’immigrazione, dalla politica alla prostituzione, sono tanti i temi “toccati” dai ragazzi del Mattei e che Cittadinanza Attiva ha scelto come messaggio sociale da trasmettere a tutti coloro che avranno il piacere di attraversare il Sottopasso in queste calde sere di inizio estate.

Quello dell’Agenzia Mattei è un progetto nato 9 anni fa in seno all’I.S.I.S.S. “Enrico Mattei” di Caserta con lo scopo di creare un’agenzia di comunicazione sociale che utilizzi le risorse professionali dell’Indirizzo grafico pubblicitario dell’Istituto e provveda a rappresentare le istanze cittadine di trasmissione e divulgazione di temi di interesse collettivo quali l’ambiente, la criminalità organizzata, il rispetto delle regole di convivenza civile e quant’altro connesso alla crescita sociale dell’individuo.

Quindi il Sottopasso Artistico varca nuovamente i confini cittadini arrivando fino al capoluogo di Provincia stringendo una proficua collaborazione con l’Agenzia Mattei.

Il sottopasso artistico, che congiunge V.le Margherita con V.le Marechiaro, passando sotto la S.S. Domiziana, è una struttura inizialmente costruita per far defluire il traffico pedonale, specie durante la stagione estiva, che si dirigeva dall’arteria principale della città verso la zona mare. Per molti anni il sottopasso è rimasto chiuso ed era caduto in disuso.

Nel 2014 un’associazione del territorio, Cittadinanza Attiva Mondragone”, ne ha promosso la ristrutturazione completa per farne una galleria di esposizione per gli artisti che vogliono far conoscere il proprio talento.  Il sottopasso è stato intitolato ad Alfonso Follera, detto Fofò, pittore mondragonese.

Il Sottopasso Artistico “Follera” rappresenta  quindi un esempio concreto di come un luogo possa essere recuperato dal degrado e dall’abbandono.

Mina Iazzetta

Info: minaiazzetta@libero.it