Petizione popolare per restituire il Parco Carducci alla città

MONDRAGONE – Nella serata odierna, a partire dalle 20 e nel pomeriggio di sabato la popolazione potrà recarsi presso il gazebo allestito al Parco Carducci e firmare la petizione per richiedere all’amministrazione comunale l’autorizzazione alla recinzione a protezione del parco in oggetto per strapparlo allo stato di abbandono e di degrado in cui versa e dovuto ad avventori notturni che, incuranti di ogni regola di civiltà, lasciano sul posto ogni tipo di rifiuto, compreso gli escrementi umani.

L’iniziativa dell’Associazione Terra Mia e di un gruppo di cittadini mira a restituite il Parco Carducci alla fruizione dei bambini e degli anziani e di tutte le persone che vogliono godere di uno spazio verde dove poter trascorrere un pò del loro tempo libero, fosse anche solo per prendere una boccata di aria in questa piccola oasi di verde.

Una volta ottenuta l’autorizzazione, l’intera area sarà recintata con una rete di metallo rivestita di verde e saranno installati 3 cancelletti di ferro. Il parco sarà poi pulito e verranno  posizionati dei cestini per depositare i rifiuti, che saranno creati dagli stessi volontari e residenti riciclando i copertoni delle ruote, abbandonati nelle discariche, i quali verranno riverniciati per essere restituiti a nuova vita. Saranno, inoltre, con lo stesso metodo, sistemate le aiuole e le giostrine.

Una volta sistemato, il parco diventerà la location di eventi culturali.

Saranno garantiti l’accesso e la fruibilità del parco a tutti i cittadini nelle ore diurne.

I costi dell’operazione saranno reperiti attraverso una raccolta fondi presso i residenti ed eventuali sponsor.

Mina Iazzetta

Info:minaiazzetta@libero.it