Popolazione esausta per la drammatica emergenza rifiuti a Mondragone

Bidoni con carcasse di animali, mobili, televisioni, stendini, sacchetti differenziati e non, sacconi neri, frigoriferi, erbacce, medicinali. Un tanfo nauseante ed animali randagi che laceravano i sacchetti per trovare tra i rifiuti qualcosa con cui cibarsi. E’ questo lo scenario che ci siamo trovati davanti agli occhi nella serata odierna nelle strade a ridosso del Parco Carducci. Sembra essere ritornati nel 2004, anno tristemente famoso per l’emergenza rifiuti che ha interessato l’intera regione Campania.

car5car13carcar12

 

Nel mentre effettuavamo le riprese siamo stati avvicinati da alcuni residenti e da alcuni vacanzieri esasperati che ci hanno affidato il loro sconforto per questa situazione che ha ormai superato il limite della decenza. La gente è esasperata ma anche spaventata dalle possibili conseguenze del protrarsi di questa situazione.

car1car4car9car16

Casertana Carmela, una signora originaria di Caserta e residente a Milano ci riferisce: “Questa è la casa dei miei suoceri che sono originari di Mondragone. Sono qui da due mesi ed in tutto questo tempo non è stata mai ritirata la plastica e l’indifferenziata. Quando passano, ritirano solo l’umido”. Poi ci guarda e ci chiede: “Ma il Sindaco c’è a Mondragone?  Ho presentato un esposto tramite email alla Procura di Santa Maria Capua Vetere, adesso sto raccogliendo le firme del vicinato e domani partirà anche un esposto in forma cartacea. Siamo sommersi da animali randagi, cani, topi, zanzare, mosche e formiche. Non vorrei dovermene andare e rinunciare alle ultime vacanze che mi posso permettere”.

 

car2car3car6car8

Migliore Irene, residente a Mondragone in Via Rodolfo Viviani, anche lei ha voluto affidarci il suo sfogo: “Facciamo la differenziata ma non ritirano in modo regolare. Una settimana ritirano solo la plastica ed un’altra solo l’umido mentre il secco non lo ritirano mai perchè dicono che non hanno un camion adatto per entrare nella nostra strada. Dateci un punto di riferimento su una strada provinciale e noi la spazzatura ve la portiamo lì perchè non vogliamo buttarla in strada ma non possiamo neanche mangiarla. Abbiamo i balconi pieni e siamo invasi dalle formiche e dai vermi.”

 

car10car14car15 car17

“Di sera vengono macchine e scaricano di tutto – ci riferisce ancora un signore del posto – abbiamo bisogno di controlli. Vengono a scaricare i loro rifiuti macellai, pescivendoli e fruttivendoli. Basterebbe controllare la zona per fermare questo sversamento illecito ma, nello stesso tempo, bisogna sensibilizzare ed abituare i cittadini a fare l’indifferenziata ma senza interruzioni nel ritiro, altrimenti la situazione diventa ingestibile. Negli ultimi giorni sono state rubate anche due auto”.

car19car18

Mina Iazzetta

Info:minaiazzetta@libero.it