Incontri con le scuole e Concorso Cinematografico al Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, Special Mediterranean Edition 2014

downloaddownload

 

Gentili colleghi,
in allegato la presentazione delle due giornate centrali del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli – Special Mediterranean Edition 2014.
Vi ricordiamo che l’evento è presentato e prodotto dal Forum Universale delle Culture Napoli e Campania.
Vi informiamo inoltre che su www.cinenapolidiritti.it è possibile trovare immagini relative alle giornate in corso e informazioni dettagliate sui film in Concorso.
Siamo a disposizione per ulteriori informazioni e approfondimenti.
Cordialmente,
Antonio Puzzi
Paola Silvestro
Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli
Special Mediterranean Edition 2014
Ufficio Stampa e Comunicazione
Antonio: [+39] 347 5650976

C.s. CONCORSO CINEMATOGRAFICO FestivalCinemaDirittiUmani Special Mediterranean Edition 21-24 ottobre MostraOltremare

c.s. 4° giorno 23 Ottobre FestivalCinemaDirittiUmani Special Mediterranean Edition

c.s. 3° giorno 22 Ottobre FestivalCinemaDirittiUmani Special Mediterranean Edition

MERCOLEDÌ 22 OTTOBRE: SIRIA e TURCHIA
Incontri con le Università
La seconda serata del Concorso Cinematografico

Mercoledì 22 ottobre alle ore 10,00 presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli
Studi di Napoli “Federico II” riprendono gli appuntamenti con gli Atenei. Al centro del dibattito sarà
la Siria, di cui si dibatterà di “Diritti umani nel cuore e oltre i confini del conflitto”. Docenti e
studenti incontrano Salam Kawakibi (Politologo, Presidente ass. “Initiative for a new Syria”, Siria) e
Rafat Alzakout (regista, Siria). Introducono: Gianluca Solera (scrittore, Responsabile Relazioni
Internazionali Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli – Special Mediterranean Edition 2014)
e Maurizio Del Bufalo, Coordinatore del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli – Special
Mediterranean Edition 2014. Nel corso dell’incontro saranno proiettati contributi filmati estratti da
opere degli autori presenti.
Alle ore 11,30 (e non alle 10:30, come da catalogo) presso l’Aula C dell’Università degli Studi di
Napoli “Suor Orsola Benincasa” saranno ancora protagonisti studenti e docenti con l’incontro sul
tema: “Resistenze alla crisi, dalle proteste di piazza Syntagma alle tendopoli degli indignados”.
Partecipano al dibattito Tomas Munoz (Toma la Tele, Spagna), Kyriakos Tchatzistefanou (regista,
Grecia), Georgia Tsismetzoglou (mediattivista, Grecia). Introducono Giovanni Carbone,
Coordinatore Rapporti con le Università del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli – Special
Mediterranean Edition 2014 e Antonello Petrillo (Sociologo, Università Suor Orsola Benincasa). Nel
corso dell’incontro saranno proiettati contributi filmati estratti da opere degli autori presenti.
Nel pomeriggio si ritorna all’Auditorium Europa della Mostra d’Oltremare (Palazzo dei Congressi)
per l’appuntamento con la Conferenza delle ore 17,00 dedicata al tema: “Echi di guerra dal fronte Turco Siriano”. Intervengono: Liwaa Yazji (regista, Siria), Rafat Alzakout (regista, Siria) e Salam
Kawakibi (Politologo, Presidente ass. “Initiative for a new Syria”, Siria). Modera Gianluca Solera,
scrittore e Responsabile Relazioni Internazionali Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli –
Special Mediterranean Edition 2014. Nel corso del dibattito, saranno proiettati contributi filmati
estratti da opere degli autori presenti.
Alle ore 19,30 infine la seconda serata del Concorso Cinematografico con la proiezione di due
cortometraggi e due lungometraggi in gara. Introduce Antonio Borrelli, Coordinatore Sezione
“Cinema” del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli – Special Mediterranean Edition 2014.
Il servizio di assistenza agli ospiti è garantito dagli allievi dell’Istituto Turistico “F. Saverio Nitti” di
Bagnoli. Il catering per gli ospiti e per le cerimonie è realizzato dall’Istituto Alberghiero “Vittorio
Veneto” di Scampia.
FOCUS – LA SIRIA
Testo tratto dall’Atlante delle Guerre e dei Conflitti
La conosciamo come Siria, un tempo era anche Soria. Per secoli terra d’imperi, poi protettorato
francese, il Paese è indipendente dal maggio del 1945. Nel 1948 la sconfitta nella Prima Guerra
arabo–israeliana dà il via al primo di 13 colpi di stato. Nella terza Guerra arabo–israeliana, quella
dei Sei Giorni, nel 1967, la Siria perde il controllo delle Alture del Golan, occupate da allora da
Israele. Nel 1970 la “Rivoluzione Correttiva Siriana” mette sulla poltrona di capo dello Stato Hafiz
al-Assad. Governerà per trent’anni, con mano durissima, reprimendo ogni forma di opposizione e –
per i servizi segreti di molti Paesi – alimentando il terrorismo internazionale. Non esistono partiti
d’opposizione e la stampa non è libera. L’apice si raggiunge con il passaggio “ereditario” del potere:
nel 2000 Hafiz muore e gli succede il figlio Bashar. Le speranze di una apertura democratica dello
stato siriano cadono rapidamente.
La rivolta del 2011 si trasforma presto in guerra civile. Più di un terzo della popolazione siriana ha
dovuto abbandonare le proprie case a causa del conflitto armato. I rifugiati hanno superato i
2milioni e 300mila, la metà sono bambini, tre quarti dei quali non hanno ancora compiuto gli 11
anni. Nata sulla scia della cosiddetta “Primavera araba” come rivolta pacifica, quella in territorio
siriano è ormai una guerra per procura, combattuta sulla pelle della popolazione civile: da una
parte gli Stati Uniti, con il Qatar, l’Arabia Saudita e la Turchia che appoggiano le opposizioni.
Dall’altra l’Iran e la Russia, che insieme alla Cina hanno paralizzato con il veto ogni tentativo del
Consiglio di Sicurezza dell’Onu di accelerare a colpi di risoluzioni la caduta del regime di Assad.
Tutti gli eventi del Festival sono gratuiti. È previsto un biglietto giornaliero dal costo di 1 euro
per l’ingresso alla Mostra d’Oltremare.PATROCINI E PARTNER DELLA MANIFESTAZIONE
Tutti gli appuntamenti sono patrocinati da:
L.U.P.T. Laboratorio Urbanistico di Pianificazione Territoriale; P.A.M. Assemblea Parlamentare del
Mediterraneo; MIUR – Ufficio Scolastico Regionale per la Campania; Polo Qualità Napoli;

Partner:
RUN radio, P.A.M., Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Istituto “F.S. Nitti”

INDICAZIONI PER LA MOSTRA D’OLTREMARE
In auto/bus
In Tangenziale, uscita Fuorigrotta. Indicazioni Mostra d’Oltremare/Via Terracina.
Con mezzi pubblici
 Metropolitana: LINEA 2, fermata “Napoli Campi Flegrei” (ultimi orari 22:13 e 23:37, da
www.trenitalia.com )
 Cumana: fermate “Mostra” o “Edenlandia” (orari su www.sepsa.it)
 Autobus: linee 180, 181, 615, C1, C2, C6, C7, C8, R6 stazionamento piazzale Tecchio (orari
su www.anm.it).
La Mostra dispone tre ingressi aperti al pubblico: da viale Marconi, viale Kennedy e via Terracina.
Il Palazzo dei Congressi, dove si svolgono le attività del Festival, è raggiungibile da ognuna delle
entrate. Consigliamo l’entrata di Via Marconi e di Viale Kennedy. La Mostra d’Oltremare ha al
suo interno dei parcheggi custoditi, suggeriamo i varchi di Viale Kennedy per le auto e via
Terracina per i pullman. Nei pressi di viale Marconi e nelle immediate vicinanze della Mostra sono
numerosi i parcheggi pubblici con pagamento per fascia oraria.
Ufficio Stampa:
Antonio Puzzi – [+39] 3475650976
Paola Silvestro – [+39] 3281187939
presscinenapoli@gmail.com