Il Treno Verde di Legambiente: bonifiche e sviluppo sostenibile, per un ritorno della “Terra Felix”

LOCANDINA Dibattito Treno VerdeIn occasione dell’arrivo a Caserta del “Treno Verde”, progetto di Legambiente in collaborazione con il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane per la promozione di una educazione alla mobilità sostenibile, sabato 01 marzo 2014, alle ore 10:00, presso la Sala Conferenze della Biblioteca Diocesana, si terrà l’incontro – dibattito, dal titolo “La bonifica dell’ex SIN, Litorale Domitio Flegreo e Agro Aversano: dalla Terra dei fuochi alla Terra felix”, organizzato e promosso dal Circolo Legambiente di Caserta e dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose “S.Pietro”.

Ad introdurre e coordinare l’evento sarà Nicola D’AngerioPresidente Legambiente Caserta, mentre gli interventi saranno affidati a don Nicola LombardiDirettore ISSR “S.Pietro”Michele BuonomoPresidente Legambiente CampaniaStefano CiafaniVicepresidente Legambiente NazionaleSimonetta TunesiHonorary Research Fellow – University College London, e Raniero MadonnaRappresentante “Fiumeinpiena”.

L’incontro è finalizzato a fare il punto della situazione sul processo delle bonifiche e, in particolare, sulle bonifiche in Campania. Il Treno Verde che sosterà a Caserta e il convegno nella Sala Conferenze della Diocesi offriranno non solo spunti di riflessione e di dibattito, ma anche e soprattutto buoni esempi e pratiche da riportare facilmente anche nel nostro territorio.

 

 

Ufficio Comunicazioni

ISSR “S.Pietro” – Caserta

www.scienzereligiosecaserta.com

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.