Il sindaco di Castel Volturno scende in campo contro gli sversamenti abusivi.

Cumuli del 13 07 2015 (1)Mattinata a caccia di cumuli per il Sindaco di Castel Volturno, Dimitri Russo, accompagnato per l’occasione dal Commissario dell’Ente Riserve Naturali Regionali Foce Volturno – Costa di Licola e Lago Falciano, Dott. Alessio Usai, e dal responsabile amministrativo dell’Ente Riserve, Antimo Traettino. “Ho deciso questa mattina di procedere a rilevare personalmente cumuli nelle zone periferiche della città – ha dichiarato il Sindaco Russo – con rilievi fotografici e riprese video per testimoniare, ancora una volta, il degrado e l’abbandono di questo territorio”. Numerose le discariche a cielo aperto, specie a Bagnara e Destra Volturno, dove quasi sempre i rifiuti vengono bruciati: “La situazione è davvero complicata: non riusciamo a controllare il territorio e per questo chiedo ai cittadini maggiore responsabilità: è pur vero che il Comune non è in grado di assicurare una raccolta efficiente in ogni parte del territorio, ma continuare a buttare per strada frigoriferi, divani, contenitori per vernici, televisori, non ha senso. È assurdo – continua il Sindaco – che i cittadini continuino a partecipare al degrado della città”. Il territorio di Castel Volturno, com’è noto, è vittima da anni di scarichi abusivi di materiali, dagli inerti di ristrutturazioni a lastre di eternit nascoste spesso in ville abbandonate e pericolanti. “Rilanciare il territorio è ancora possibile: il numero così elevato di visitatori nei fine settimana dimostra che stiamo ripartendo, ma c’è bisogno di fare di più tutti, dalle istituzioni superiori, a cui chiedo maggiori risorse, uomini, soldi e mezzi, a noi residenti – conclude Russo – che siamo i primi a dover difendere il nostro territorio”.Cumuli del 13 07 2015 (4)Cumuli del 13 07 2015 (3)