Il Partito Democratico di Mondragone

PD MONDRAGONEIl Partito Democratico di Mondragone, sezione “A. Vassallo”, si è riunito lunedì 17 Marzo 2014 per presentare la nuova segreteria che dirigerà questo spazio politico. Il segretario, Achille Pagliaro, oltre ad essere affiancato da un cospicuo direttivo, ha ritenuto opportuno insieme all’assemblea individuare dei responsabili che aiuteranno la segreteria a gestire il partito e la relativa attività politica sul territorio. Come responsabile di segreteria per le politiche territoriali è stato nominato Fabio Maisto, 23 anni, di Pescopagano, laureato in scienze politiche; alle attività produttive e tributi, Salvatore Brodella; alla comunicazione e alla cultura, Giovanni Piglialarmi, 23 anni, studente universitario; alle politiche giovanili, Pierluigi Sorrentino, 21 anni, studente universitario; al Walfare e politiche sociali, l’avvocato Filomena Cennami; infine, come vicesegretario e organizzazione di partito Incaldana Neri. Il cassiere è Franco Menerella. “Abbiamo ritenuto giusto e prioritario dare risalto a questi temi, – dichiara il segretario Achille Pagliaro – la segreteria li affronterà con tutti i membri del Partito e i cittadini. Il Partito Democratico è soprattuto il Partito dei cittadini, che ascolta e interpreta le esigenze e le grandi questioni. Siamo pronti a lavorare per la Città, in piena sinergia con i nostri rappresentanti in amministrazione, pronti soprattutto con loro ad aprire un grande cantiere di proposte per migliorare il futuro di Mondragone”.

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.