‘Un’impresa ad arte’ premia Viewpoint

 

I premiati e l'opera di Ligabue
I premiati e l’opera di Ligabue

Gualdo Tadino – Un Gran Galà dell’imprenditoria italiana nella magnifica cornice del Polo Museale di Gualdo Tadino.

A fare da scenario la mostra “Arte e follia” con opere di Ligabue e Ghizzardi curata da Vittorio Sgarbi in esposizione nella Chiesa Monumentale di San Francesco dal 17 aprile al 30 ottobre.

Un Galà per premiare 16 aziende eccellenti e 7 premi alla cultura e al sociale con le loro storie di successo, storie personali e familiari interessanti, storie di noti marchi dell’imprenditoria italiana che rappresentano un’eccellenza nel panorama nazionale ed internazionale. Tutte hanno dato valore al binomio tra impresa e cultura e rappresentano la resistenza e la capacità di adattamento all’innovazione; imprese che hanno saputo farsi strada nel complicato mondo del commercio, affrontando crisi e rialzandosi con tenacia ed idee vincenti in ogni settore, dal design all’oreficeria di alta qualità, dall’abbigliamento alla comunicazione informatica, dall’alimentare alla promozione turistica.

Un’iniziativa voluta dall’antropologa culturale e curatrice d’arte, Catia Monacelli, promossa dal Museo Regionale dell’emigrazione Pietro Conti con il Patrocinio del Comune di Gualdo Tadino e del Consiglio Regionale dell’Umbria ed egregiamente condotta, nella sua sesta edizione, dalla giornalista RAI Floriana Bertelli.

Un'impresa ad arte prema Creativyecom per il Viewpoint magazine
Premio Cultura e Sociale

Novità di questa edizione è stata l’assegnazione di premi dedicati alla cultura e al sociale, destinati ad Associazioni, Istituti ed Enti che hanno saputo distinguersi nel mondo dell’arte, della comunicazione, della scuola e del volontariato.
Tra questi premi per la Cultura e il Sociale, troviamo la Creativityecom Srl – ViewPoint Magazine, “per essere” – come cita testualmente il premio – “un’azienda all’avanguardia nel campo della grafica, dell’editoria e della comunicazione. Per aver saputo creare, con un’eccellenza territoriale come ‘ViewPoint Magazine’, rivista semestrale che promuove le piccole e grandi realtà del territorio regionale umbro, contribuendo alla divulgazione dell’arte, della cultura e del folclore del cuore verde d’Italia”.

Perché parliamo di un premio ad una rivista umbra? Perché dietro tutto ciò, c’è la creatività, la dedizione, l’impegno e l’amore del direttore editoriale, Silvia La Penna, campana doc, nata a Napoli e vissuta a Castel Volturno ma emigrata in Umbria, portando con sé la passione, la tradizione, il calore nonché il colore e l’arte delle sue origini.
ViewPoint è un progetto editoriale che nasce nel 2010 dalla Fat Chicken, con a capo Silvia La Penna e Matteo Vicarelli, due “menti malate” (così come amano definirsi) che, in piena crisi economica, nella loro “lucida follia” investono in cultura ed editoria creando un magazine che cura e ricerca addirittura il particolare estetico…

I premiati con la giornalista RAI, Floriana Bertelli
I premiati con Catia Monicelli e Floriana Bertelli

Un magazine che racconti l’Umbria agli umbri ma non solo, che faccia conoscere l’Umbria, con le sue bellezze territoriali, artistiche, imprenditoriali, gastronomiche… a tutto il territorio nazionale ed internazionale.

All’inizio del 2016  arriva un nuovo “folle” socio, Barbara Maccari, attuale direttore responsabile della testata, ViewPoint, che viene spostata nella neonata Creativityecom Srl, ma arricchita di progetti e contenuti. Complimenti vivissimi e…ad maiora semper!

 

La Redazione di Informare

About Annamaria La Penna

Pedagogista, si occupa di educazione, formazione e ricerca universitaria prevalentemente nell'educazione degli adulti e del Life Long Learning. Assistente Sociale, mediatrice familiare e consulente tecnico esperto in servizio sociale forense, è impegnata nei servizi e nelle politiche sociali dal 2001. Ha collaborato con alcune testate, tra cui Viewpoint, magazine di promozione culturale umbro (dove nasce e si forma) fino a giungere nel 2016 nella grande famiglia di Informare, dove ricopre il ruolo di caporedattore e direttore organizzativo. Iscritta agli Ordini professionali degli Assistenti Sociali e dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Obiettivo personale e professionale: con passione e dedizione, continuare a migliorare in qualsiasi cosa faccia.