GRAZZZANISE- Concluso il 1° Concorso di Poesia all’aeroporto militare

Da sx Il 1° classificato Eugenio Raimondo e il ten. col. Michele LeggieroRaffaele Raimondo

cronista free lance

e-mail: raffaeleraimondo1@virgilio.it                                             COMUNICATO-STAMPA del 1° luglio 2014

 

 

 

                                    Concluso il 1° Concorso letterario presso l’aeroporto militare GRAZZANISE : “Poesie” al 9°Stormo ‘F.Baracca’ Vincitore Eugenio Raimondo con la composizione ‘Gira l’elica, romba il motore’

GRAZZANISE – E’ approdata al momento finale la 1^ edizione del concorso “Poesie” organizzato dalla ‘Carlinga’ del 9° Stormo “F.Baracca”, da decenni attivo all’aeroporto militare di Grazzanise. Nell’elegante sede in cui s’è svolta la manifestazione, il capo dell’Ufficio Comando, ten. col. Michele Leggiero, a nome del comandante del glorioso Reparto dell’Aeronautica Militare, col. pil. Maurizio Cocci, ha salutato i presenti all’evento, complimentandosi per la splendida iniziativa. Gli autori delle poesie  – personale militare e civile e rispettive famiglie – sviluppando il tema “De Noni Stormi Historia Ac Poetica”,  hanno evidenziato, attraverso memorie e storici personaggi della base aerea, i trascorsi remoti e prossimi dello Stormo e della Forza Armata. “Gira l’elica, romba il motore” èstata la composizione vincitrice assoluta del concorso, scritta dal dipendente civile Eugenio Raimondo che ha raccontato con rime avvincenti la vita dell’aviatore. Tante altre le poesie meritevoli di considerazione come quella intitolata “Volo che finisce” e dedicata dal 1° m.llo Orlando Esposito al suo carissimo collega prematuramente scomparso serg. magg. Fabio Cenname. A chiusura della cerimonia, ai finalisti sono stati consegnati premi e targhe-ricordo da parte del presidente della ‘Carlinga’, luogotenente Domenico Barbato, che ha ringraziato tutti i partecipanti, apprezzando la buona qualità “poetica” dei componimenti in gara, ma soprattutto evidenziando che la competizione letteraria ha dato luogo ad una bella occasione per ricordare l’operato dei predecessori che si sono prodigati a beneficio dello Stormo e della Forza Armata.                                                                                                                                         La “Carlinga” è un sodalizio che non ha scopo di lucro: nata per accrescere e rinsaldare i valori e lo “spirito di corpo” che caratterizzano la “grande famiglia” dei sottufficiali e del personale di truppa dell’Arma Azzurra, si adopera per custodire e rafforzare le tradizioni, promuovere ed organizzare eventi di carattere socio-culturale, sia a vantaggio delle persone in attività di servizio che dei loro familiari.

                                                                                                                                Raffaele Raimondo